Skip to main content

29 E 30 OTTOBRE 2007: II CONFERENZA REGIONALE SULLA SALUTE MENTALE - La politica di salute mentale nel nuovo welfare di comunità

Eventi
26 Ottobre 2007

A cinque anni dalla precedente, l'Assessorato politiche per la salute della Regione Emilia-Romagna promuove una nuova Conferenza regionale sulla salute mentale. L'incontro si svolge a Bologna lunedì 29 e martedì 30 ottobre, al Palazzo dei Congressi (Piazza Costituzione, quartiere fieristico).
"La politica di salute mentale nel nuovo welfare di comunità" è il titolo della conferenza, cui sono chiamati a partecipare tutti i soggetti coinvolti nelle politiche di salute mentale (gli Enti locali, le Aziende sanitarie, le università, il privato sociale e imprenditoriale, la scuola, l'autorità giudiziaria, gli utenti e i loro familiari, il volontariato).
Al centro, la proposta di Piano attuativo 2008-2010, il documento elaborato da un gruppo di lavoro regionale in attuazione del primo Piano sociale e sanitario, recentemente adottato dalla Giunta dopo un confronto con la società regionale e ora all'esame dell'Assemblea legislativa. La proposta di Piano attuativo per la salute mentale è, a sua volta, il risultato di un percorso all'interno del gruppo di lavoro regionale che si è sviluppato in undici momenti (sei seminari e cinque incontri tematici).
La premessa è dunque la necessità di realizzare un welfare di comunità per una società che cambia ed esprime nuovi bisogni, principio alla base del Piano sociale e sanitario. Un welfare di comunità che si traduca in un sistema integrato di servizi sociali, socio-sanitari e sanitari, radicato nelle comunità locali.
In questo quadro di riferimento, la proposta di Piano attuativo per la salute mentale pone la psichiatria, la neuropsichiatria infantile e le dipendenze patologiche «in una unica cornice programmatoria, all'interno di una filosofia di salute pubblica, di integrazione e di personalizzazione delle cure» per «aiutarle a procedere verso la definizione di pratiche sempre più aderenti ai bisogni dell'utenza» e per « coalizzare gli sforzi nelle aree di impegno comune».
Fondamenti del documento sono il coinvolgimento di una pluralità di soggetti, non limitati ai soli Servizi di salute mentale e Dipendenze patologiche, nelle politiche di assistenza, incluse la promozione della salute e l'educazione alla salute. E la costruzione di un sistema di comunità, coordinato dagli Enti locali, in cui si realizzi l'integrazione a tutti i livelli del territorio.
In questo sistema di comunità, punti focali sono: l'aggregazione in un unico ambito dipartimentale dell'assistenza agli adulti, all'infanzia e all'età evolutiva e dell'assistenza alle persone con dipendenze patologiche; rendere più efficaci le politiche per la presa in carico della persona; fornire risposte adeguate a un numero maggiore di cittadini, non solo rispetto ai gravi disturbi mentali, ma anche rispetto a forme minori di disagio.
Alla Conferenza partecipano, tra gli altri, il presidente della Regione Emilia-Romagna, Vasco Errani, e l'assessore alle politiche per la salute, Giovanni Bissoni.
Per ulteriori informazioni si allega il programma dell'evento.

In allegatoDimensione
Programma (pdf)801.34 KB