Skip to main content

Accedere ai servizi sanitari se si è cittadini stranieri o italiani residenti all'estero

PRESTAZIONI SANITARIE A CITTADINI STRANIERI E A CITTADINI ITALIANI RESIDENTI ALL’ESTERO
L’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna Policlinico S. Orsola-Malpighi è una piccola città dai mille volti e dalle mille culture. L’utenza straniera e la varietà dei paesi di provenienza sono in continuo aumento e il Policlinico si adopera per accogliere ed orientare il cittadino di lingua e cultura offrendo:

  • Un servizio di mediazione culturale volto a facilitare la comunicazione tra operatori sanitari e pazienti stranieri;
  • Un’area internet dedicata per fornire le informazioni necessarie a soddisfare il bisogno di assistenza sanitaria “link a ufficio stranieri”.

Di seguito si riportano in maniera facilitata le indicazioni per l’accesso dei cittadini stranieri, organizzate per categorie. Le informazioni di seguito riportate non sono esaustive di tutte le casistiche possibili. Per approfondire si consiglia di consultare i link che seguono:http://ec.europa.eu/social/main.jsp?catId=868&langId=it


Cittadini stranieri iscritti al Servizio Sanitario Nazionale
Informazioni per l’assistenza sanitaria ai cittadini stranieri regolarmente soggiornanti ed iscritti al Servizio Sanitario Nazionale (SSN)

Cittadini dell’Unione Europea, Spazio Economico Europeo (SEE), Svizzera e Paesi con accordi bilaterali
Informazioni per l’assistenza sanitaria agli stranieri provenienti dagli Stati della Unione Europea, dallo Spazio Economico Europeo (SEE), dalla Svizzera e dai Paesi con Accordi Bilaterali

Cittadini extracomunitari
Informazioni per l’assistenza sanitaria ai cittadini regolarmente soggiornanti non appartenenti ai Paesi della Comunità Europea

Cittadini stranieri che intendono venire in Italia per cure mediche
Informazioni per l’assistenza sanitaria ai cittadini stranieri che scelgono di venire in Italia per cure mediche

Cittadini Italiani residenti all’estero
Informazioni per l’assistenza sanitaria ai cittadini di nazionalità italiana residenti all’estero.

CITTADINI STRANIERI ISCRITTI AL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE
Gli stranieri regolarmente soggiornanti in possesso di iscrizione sanitaria al Servizio Sanitario Nazionale (SSN) possono accedere alle strutture del Policlinico esibendo il libretto sanitario e la Tessera Europea Assicurazione Malattia (TEAM) in corso di validità.

IL LIBRETTO SANITARIO

Attenzione: il libretto sanitario è il documento sulla base del quale si verifica la copertura sanitaria dell’assistito in quanto riporta la stessa scadenza del permesso di soggiorno. La TEAM può riportare una scadenza più lunga ma non garantisce da sola la possibilità di accedere alle cure senza oneri a carico del cittadino.

Il Libretto sanitario cartaceo rilasciato dalle Aziende USL territorialmente competenti, è individuale e garantisce gli stessi diritti e doveri di assistenza dei cittadini italiani. Sono quindi garantite tutte le prestazioni previo pagamento della quota di compartecipazione alla spesa sanitaria (ticket).

Tale quota deve essere pagata da tutti i cittadini a meno che non siano in possesso di specifica esenzione.

 

LA TESSERA SANITARIA

 

 

I cittadini regolarmente soggiornanti con tessera sanitaria scaduta e non rinnovata devono corrispondere l’intero ammontare della prestazione sanitaria erogata.

 

 

 

 

 

 

CITTADINI DELL’UNIONE EUROPEA, SEE, SVIZZERA E PAESI CON ACCORDI BILATERALI

Cittadini dell’Unione Europea, SEE, Svizzera
Questi cittadini possono accedere a:

  • Cure sanitarie medicalmente necessarie;
  • Cure sanitarie programmate (ad es. cure di alta specializzazione)


Cure sanitarie medicalmente necessarie
Per cure medicalmente necessarie si intendono le cure che si rendono necessarie durante la permanenza in Italia. Sono esclusi i trasferimenti per cure programmate (ad es. cure di alta specializzazione).

I cittadini assistiti da uno Stato dell’Unione Europea, dal SEE (Spazio Economico Europeo: Islanda, Liechtenstein, Norvegia) e dalla Svizzera, durante un soggiorno temporaneo in Italia possono usufruire di cure sanitarie medicalmente necessarie esibendo la Tessera Europea di Assicurazione Malattia TEAM (o il certificato sostitutivo provvisorio) in corso di validità per tutto il periodo in cui verranno erogate le cure suddette.

La TEAM può essere richiesta all’Istituzione Sanitaria competente del Paese comunitario di provenienza e non può essere utilizzata per cure programmate. Per visualizzare esempi di TEAM europee è possibile collegarsi al link: http://ec.europa.eu/social/main.jsp?catId=868&langId=it

L’assistenza è in forma diretta. Nulla è dovuto dal cittadino eccetto il pagamento di un eventuale ticket, a fronte della presentazione degli attestati previsti dalle norme comunitarie rilasciati dalle Istituzioni estere abilitate per il periodo e con le limitazioni indicate.

In mancanza dei suddetti attestati i costi delle prestazioni sono a totale carico degli assistiti.

Cure sanitarie programmate (ad es. cure di alta specializzazione)
I cittadini che vogliano accedere a cure sanitarie programmate (ad es. cure di alta specializzazione) devono essere in possesso del modello S2 (ex E112) in corso di validità per tutto il periodo delle cure. Per visualizzare il modello S2 è possibile collegarsi al link : http://ec.europa.eu/social/main.jsp?catId=868&langId=it

Tale modello può essere richiesto all’Istituzione Sanitaria Estera che rilascia la TEAM.

L’assistenza è in forma diretta. Nulla è dovuto dal cittadino eccetto il pagamento di un eventuale ticket, a fronte della presentazione degli attestati previsti dalle norme comunitarie rilasciati dalle Istituzioni estere abilitate per il periodo e con le limitazioni indicate.

In mancanza dei suddetti attestati i costi delle prestazioni sono a totale carico degli assistiti.


Cittadini provenienti da Paesi con Accordi Bilaterali
Per i cittadini provenienti da Paesi con accordi bilaterali, ad eccezione della Repubblica di San Marino per la quale è in vigore il Modello Ismar 8 bis , è necessario che il paziente si informi sui termini della convenzione presso l’Azienda USL territorialmente competente.

In relazione al contenuto della convenzione l’assistenza può essere o non essere in forma diretta. Se il cittadino rientra nella convenzione, ed è in possesso degli attestati previsti, nulla è dovuto eccetto il pagamento di un eventuale ticket, diversamente i costi delle prestazioni sono a carico degli assistiti.
E’ quindi indispensabile valutare il contenuto della convenzione con ogni paese di provenienza, informandosi presso le istituzioni sanitarie del paese per sapere quali prestazioni sono garantite.

CITTADINI EXTRACOMUNITARI
I cittadini stranieri appartenenti a paesi extra Unione Europea regolarmente presenti in Italia, possono accedere alle strutture del servizio sanitario nazionale con modalità diverse a seconda della durata e del motivo del soggiorno.

I cittadini stranieri temporaneamente presenti per un periodo non superiore a 90 giorni (es. turisti) possono usufruire delle prestazioni sanitarie urgenti e di elezione previo pagamento delle relative tariffe regionali.

Attenzione: per questa categoria di cittadini non è prevista l’iscrizione al Servizio Sanitario Nazionale (S.S.N.).

Studenti e “ragazze alla pari” possono iscriversi al S.S.N. mediante iscrizione volontaria pagando una quota annuale. L’iscrizione può essere effettuata rivolgendosi all’Azienda Sanitaria Locale di temporaneo domicilio. In assenza di tale iscrizione i costi della prestazione sono a totale carico degli assistiti.

CITTADINI STRANIERI CHE INTENDANO VENIRE IN ITALIA PER CURE MEDICHE
Per ottenere il visto di ingresso per cure mediche l'Azienda rilascia, su richiesta dell'interessato la seguente documentazione da presentare all'Ambasciata Italiana o al Consolato territorialmente competente:

  • dichiarazione della struttura che indica il tipo di cura, la data di inizio e la durata presumibile della stessa o la durata dell'eventuale degenza;
  • fattura relativa ai costi presunti delle prestazioni sanitarie richieste che deve essere saldata prima dell’inizio della cura o della degenza.

Quanto sopra descritto prevede che l’interessato contatti l’Unità Operativa preposta al trattamento della patologia  per verificare se potranno essere erogate le cure e, a seguire, l’ufficio stranieri dell’azienda per la  parte amministrativa del percorso.

CITTADINI ITALIANI RESIDENTI ALL’ESTERO
Si distinguono:

  • Cittadini italiani residenti in Paesi dell'Unione Europea;
  • Cittadini italiani residenti in Paesi non appartenenti all'Unione Europea;

Cittadini italiani residenti in Paesi dell’Unione Europea

I cittadini italiani che risiedono in un Paese dell’Unione Europea e si trovano temporaneamente in Italia, se sono assistiti dal sistema sanitario del Paese in cui risiedono, possono usufruire di cure sanitarie medicalmente necessarie esibendo la Tessera Europea di Assicurazione Malattia (TEAM) o il suo certificato sostitutivo provvisorio, emesso dal Paese comunitario di residenza. L’assistenza è in forma diretta e pertanto nulla è dovuto dal cittadino, eccetto il pagamento di un eventuale ticket.

La TEAM non può essere utilizzata per cure programmate (ad es. cure di alta specializzazione) per le quali è necessario il modello S2 (ex E112) valido per tutto il periodo delle cure. Tale modello può essere richiesto presso l’Istituzione Sanitaria Estera che rilascia la TEAM.

In mancanza della TEAM o di altro documento equivalente, i costi delle prestazioni sono a totale carico dell’interessato.

Cittadini italiani residenti in Paesi non appartenenti all’Unione Europea

I cittadini italiani residenti in Paesi non appartenenti all’Unione Europea, in temporaneo soggiorno in Italia, se iscritti al registro Anagrafiche Italiani Residenti all’Estero (A.I.R.E.), hanno diritto alle sole prestazioni sanitarie urgenti per un periodo massimo di 90 giorni all’anno, anche frazionabili, esibendo la tessera di iscrizione temporanea da richiedere presso l’Azienda USL di temporaneo domicilio al momento del rientro in Italia.

In mancanza di tale tessera e nel caso di cure programmate i costi delle prestazioni sono a totale carico dell’interessato.