Skip to main content

AGD - l’Associazione per l’Aiuto ai Giovani Diabetici di Bologna - compie 40 anni

Notizie dal Policlinico
11 Febbraio 2021
AGD 40 anni

Campi di educazione sanitaria e terapeutica, supporto sociosanitario e assistenziale e una casa per i diabetici per sostenere i bambini e le loro famiglie.

“Sono passati ben 40 anni da quell’11 febbraio del 1981, giorno in cui vide la luce, presso la Pediatria del Policlinico di Sant’Orsola in Bologna, l’Associazione per l’Aiuto ai Giovani Diabetici di Bologna (AGD). L’associazione nasce da un’esigenza sentita da molti genitori e tutor di bambini e adolescenti affetti da diabete tipo 1; l’obiettivo era quello di ricevere un’adeguata preparazione per affrontare la vita e le sfide quotidiane poste da questa malattia autoimmune, che colpisce prevalentemente in età pediatrica.

Fin dalla sua fondazione è stata la prima associazione a organizzare ogni anno campi di educazione sanitaria e terapeutica, dedicati ai bambini diabetici e alle loro famiglie: lo scopo è quello di renderli autonomi nella gestione della patologia e di aiutarli a livello psicologico e relazionale. Ad oggi riesce ad organizzarne quattro ogni anno.
A livello nazionale è un punto di riferimento in quanto garantisce una rete di supporto sociosanitario e assistenziale ai bambini diabetici a scuola, attraverso il supporto integrato dell’infermiere pediatrico nelle scuole primarie per la terapia insulinica e il controllo glicemico.
Oggi AGD costituisce una autentica espressione del terzo settore, che, oltre ad offrire pieno supporto ai diabetici, è aperta alle esigenze del territorio e della comunità bolognese, per una coesione e solidarietà che offrano momenti di aggregazione verso le fasce più deboli e fragili della popolazione.
La più recente conquista è certamente la realizzazione del progetto di una Casa per i Diabetici, l’attuale sede: con un’estensione di 500 mq, è il luogo per assemblee, riunioni, incontri di approfondimento. L’area verde che la circonda, il Parco della dolce vita, è un punto di ritrovo di 4.000 mq, per attività sportive e ricreative nella seconda periferia bolognese sul fiume Reno.
AGD, con il suo blog Ilmiodiabete, è forza decisiva a livello nazionale nel campo della conoscenza scientifica e dell’informazione in ambito sanitario: ha promosso e organizzato diversi eventi di divulgazione scientifica, culminati nel 2017 e 2019 con due conferenze dedicate alla ricerca della cura per il diabete tipo 1, intitolate Diabeteasy, con scienziati e medici di caratura internazionale. L’impegno si riflette poi nei progetti di finanziamento atti a sostenere in concreto queste ricerche, sovvenzionando grant/borse a livello accademico in collaborazione con le Università di Bologna e Miami.

Nel 2021 cade poi un’altra ricorrenza molto cara ad AGD: il centenario della scoperta dell’insulina. Tale rivoluzionaria scoperta, nel 1921, ha dato il via a un secolo di ricerca e innovazione che deve continuare a far progredire la salute umana e offrire alle persone di tutto il mondo la possibilità di esprimere pienamente il proprio potenziale e vivere una vita di qualità. AGD ha voluto celebrare degnamente questa ricorrenza, con un ricco calendario di eventi che si concluderanno nel 2023 con la celebrazione del Centenario della diabetologia bolognese.
AGD in questo contesto ha ottenuto, tramite richiesta al Comune di Bologna, di intitolare il parco cittadino situato al termine di Via della Guardia, accanto alla sede e lungo il fiume Reno, agli scienziati scopritori dell’insulina, diventando così il primo luogo pubblico in Italia a loro dedicato. Questo spazio infatti è ora denominato “Parco Frederick Grant Banting e John James Rickard Macleod, Premi Nobel per la Medicina 1923” e verrà ufficialmente inaugurato a settembre, in occasione dei festeggiamenti per il centenario.

Mentre una cura definitiva per il diabete tipo 1 deve ancora arrivare, la scoperta dell'insulina continua a salvare la vita di milioni di persone in tutto il mondo. Gli eventi per il centenario vogliono dunque essere un momento per radicare la memoria e, nei decenni a venire, continuare a spingere i confini di ciò che è possibile migliorare, facendo avanzare la cultura dell'ingegnosità e della collaborazione iniziata un secolo fa con Frederick Banting, Charles Best, JJR Macleod e James B. Collip.
Oggi, dopo 40 anni, il cammino di AGD continua, per aiutare le famiglie e garantire il benessere dell’intera comunità.”