Skip to main content

Al via Accordo di Cooperazione tra Il Policlinico Sant'Orsola-Malpighi e il Ministero della Salute Slovacco

Notizie dal Policlinico
9 Marzo 2007
L'incontro con la delegazione slovacca

Si è svolta in questi giorni una visita da parte di una delegazione di medici Slovacchi presso il Policlinico Sant’Orsola-Malpighi. La visita rientra nell’ambito di un Progetto internazionale di sviluppo finanziato dalla Comunità Economica Europea che vede coinvolti il Centro Nazionale Trapianti del Ministero della Salute italiano e il Ministero della Salute Slovacco. Il Project Manager per l’Italia è il Prof. Antonio Daniele Pinna Direttore dell’Unità Operativa Chirurgia dei Trapianti di Fegato e Multiorgano; uno dei medici dello Staff, Dott. Augusto Lauro, per il periodo di un anno, rimarrà a Bratislava al fine di dare impulso e supportare, sulla base delle reali necessità evidenziate, il Programma Trapianti in Slovacchia.

Durante il primo periodo di permanenza del Dott. Lauro in Slovacchia si è evidenziata la necessità di definire un ulteriore specifico Accordo tra il Policlinico S.Orsola Malpighi di Bologna, l’Unità Operativa Trapianti di Fegato e Multiorgano e il Ministero della Sanità Slovacco finalizzato a implementare un Programma per pazienti affetti da gravi insufficienze epatiche croniche.

L’Accordo, in via di definizione, prevede: 1) la possibilità di organizzare training formativi rivolti a Medici Slovacchi, chirurghi o clinici, e a staff infermieristici, direttamente presso il Policlinico S.Orsola Malpighi. L’iter formativo dovrà avere l’obiettivo prioritario di supportare l’avvio del Programma Trapianti di fegato (e attività connesse) in Slovacchia; 2) la possibilità per pazienti Slovacchi affetti da gravi Patologie epatiche di essere ricoverati al Policlinico S.Orsola Malpighi di Bologna per seguire un percorso assistenziale di cura che può prevedere il Trapianto di Fegato; 3) la possibilità di ricevere organi provenienti dalla Slovacchia nell’ambito dei vigenti Accordi internazionali.

Il costo per il trattamento dei pazienti potrebbe essere definito secondo il Sistema Sanitario Italiano e venire coperto secondo quanto previsto dalla Comunità economica europea (modulo sanitario E112) o mediante Assicurazioni Private.