Skip to main content

Al padiglione 25 attivati altri 19 posti letto Covid tra degenza ordinaria e terapia sub intensiva

Notizie dal Policlinico
30 Novembre 2020
pad 25 nuova degenza

Oggi l'area Covid del padiglione 25 dispone così di 105 posti letto completamente nuovi, in un padiglione dismesso dal 2015 e riportato a nuova vita, tutti dedicati alla cura dei pazienti Covid, realizzati in soli 8 mesi, con investimenti pari a 5,5 milioni di euro, di cui la metà provenienti dalle donazioni dei Bolognesi.

Il padiglione 25, un Ospedale dentro l’Ospedale, il 4 marzo scorso ha ricoverato in emergenza il primo paziente Covid. E’ rimasto sempre aperto, anche in estate quando l’epidemia ha tirato il freno e il Policlinico
era l’unico ospedale che ricoverava pazienti Covid in tutta Bologna e provincia.

Medici, infermieri, oss, fisioterapisti, ma anche, ingegneri, architetti, progettisti, tecnici, impiantisti, elettricisti, meccanici, operai, addetti alle pulizie e sanificazione hanno lavorato letteralmente giorno e notte per realizzare tutto questo. Un investimento che rimarrà anche quanto l’emergenza sarà finita.

"Dal 4 marzo abbiamo realizzato un’impresa che sembrava quasi irrealizzabile, con 105 letti nuovi in un padiglione dismesso dal 2015. - dice il direttore generale Chiara Gibertoni -  Un lavoro svolto giorno e notte e ringrazio tutti quelli che vi hanno partecipato". La dotazione comprende 24 posti letto di terapia intensiva, tra cui i 14 dell’Hub nazionale, 11 di semintensiva, 58 di degenza ordinaria e 12 di terapia intensiva utilizzabili in caso di emergenza.

La gestione delle attività è mista, con la collborazione di rianimatori, internisti, cardiologi e pneumologi e il modello "area critica", un sistema organizzato per erogare le cure necessarie a pazienti in condizioni di diversa criticità.

Ne ha parlato Il Resto del Carlino Bologna