Skip to main content

Il ruolo dell'ospedale per sconfiggere l'ALZHEIMER

Notizie dal Policlinico
21 Settembre 2007
Centro Esperto per i Disturbi Cognitivi e della Memoria

“Ogni anno il numero delle visite è 2500 circa delle quali 1000 sono prime visite e 1500 controlli. Tra i dati di attività si annoverano anche colloqui psicologici, pazienti in terapia costantemente rivalutati, ricoveri presso altre strutture ed un collegamento diretto con la Rete di Servizi territoriale per garantire il necessario supporto sia ai pazienti sia alle famiglie.”


Sono questi in sintesi i dati del Centro Esperto per i Disturbi Cognitivi e della Memoria dell’Unità Operativa di Geriatria diretto dalla Dott.ssa Maria Lia Lunardelli che si è di recente trasferito in una Nuova sede presso la Palazzina ambulatoriale del Padiglione 2 Albertoni.

Il Centro si avvale di Consulenze specialistiche da parte di Neurologi, Psichiatri e di uno psicologo. In occasione della Giornata mondiale per l’Alzheimer è necessario cogliere l’occasione per informare la cittadinanza sui problemi di questa grave patologia, in costante aumento, che ha una forte ricaduta anche a livello sociale.

La malattia di Alzheimer ha un’evoluzione di tipo cronico-progressivo caratterizzato da fasi diverse. Si passa dalla difficoltà a ricordare fino a un grave disorientamento, perdita dell’autonomia nella vita quotidiana e manifestazioni di tipo comportamentale. Tutto questo in un arco di tempo che in media dura circa 8-12 anni e si associa a tutte le altre patologie legate all’invecchiamento. Si può dire che l’Alzheimer:

o E’ un problema che coinvolge la persona nella sua globalità

o E’ una malattia progressiva ed irreversibile

o E’ una malattia che coinvolge il soddisfacimento delle attività di vita quotidiana fino a rendere la persona completamente dipendente nel soddisfare i bisogni

oE’ una malattia “costosa” soprattutto in termini umani

oE’ una malattia curabile

oNon è attualmente una malattia guaribile

Per affrontare tale complessità è necessario mettere in campo risorse sanitarie e sociali e soprattutto saper costruire per ciascun paziente un percorso di cura personalizzato e flessibile tenendo conto anche del contesto di vita e familiare. Da una parte vanno quindi messe a disposizione capacità diagnostiche che utilizzano non solo gli strumenti tradizionali della medicina comprese le moderne indagini di immagine (TC, Risonanza magnetica, SPECT e PET), ma soprattutto una attenta valutazione della storia del declino cognitivo e delle capacità cognitive attraverso test neuropsicologici; dall’altra la capacità di dare risposte personalizzate, flessibili e commisurate ai bisogni della persona malata e al familiare o alla persona che la assiste, che assume un ruolo importante per tutto il decorso della malattia ed è al contempo risorsa e destinatario dei progetti di cura.

Il paziente inviato dal medico di medicina generale o dallo specialista del Servizio Sanitario Nazionale con impegnativa, accede al Centro Esperto del Policlinico S.Orsola-Malpighi previa prenotazione telefonica alla segreteria - Tel. 051-6362604 dal Lunedì al Venerdì dalle 9.00 alle 13.00.

La Geriatria del Policlinico, oltre a partecipare alla rete dei Centri esperti, mette a disposizione:

il Day service geriatrico (Piano terra Padiglione Albertoni) per effettuare la diagnostica attraverso un percorso facilitato e guidato dai medici del Centro Esperto.

Consulenze Psicogeriatriche a pazienti ricoverati in altri reparti del Policlinico già seguiti dal Centro Esperto o che presentino durante la degenza segni di deterioramento cognitivo e comportamentale.

Reparto acuti e postacuti per i ricoveri di pazienti in fase di scompenso per ricoveri tempestivi garantendo, dopo la stabilizzazione dei problemi acuti internistici e/o comportamentali, il rientro protetto a domicilio attraverso al rete dei servizi socio-sanitari. La Geriatria, per la sua specifica mission nella gestione della complessità,della comorbidità e la disabilità del paziente fragile, per l’approccio multiprofessionale e l’attenzione alla continutà assistenziale attraverso la rete dei servizi, rappresenta infatti l’ambiente di degenza in cui questo tipo di problematiche può ricevere una adeguata risposta.

Inoltre, i Medici della U.O. di Geriatria, nell’ambito dell’attività territoriale svolta nei quartieri S.Donato e S. Vitale, effettuano :

Consulenze settimanali presso il Centro Diurno specializzato per persone affette da demenza con gravi disturbi del comportamento in collaborazione con lo staff multiprofessionale del Centro, per affrontare le problematiche terapeutico assistenziali ed elaborare il piano di assistenza individualizzato per ciascun ospite.

Visite specialistiche domiciliari a favore di persone seguite dal Centro Esperto che presentano difficoltà, anche temporanea, nel raggiungere l’ambulatorio e garantendo così una continuità di cure. Questo vale in particolare per coloro che si trovino temporaneamente o definitivamente in strutture residenziali (RSA-Nuclei specializzati per i disturbi del comportamento)

Partecipano alla Unità di valutazione geriatrica territoriale (UVGT) circa gli obiettivi raggiunti nel corso della permanenza nel Nucleo.

Tutti i servizi sono collegati ed integrati tra loro, grazie all’attività di coordinamento svolta dal Dott. Giancarlo Savorani, Referente per la Psicogeriatria e Geriatra referente del Centro Esperto fin dalla sua apertura.


Comunicato Stampa - Ufficio Stampa - Letizia Maini