Skip to main content

Cento Città contro il Dolore. Il Policlinico con la Fondazione Isal per schiacciare il dolore

Campagne di comunicazione/informazione
6 Ottobre 2017
immagine.png

Anche quest'anno il Policlinico di Sant'Orsola aderisce alla giornata "Cento Città contro il Dolore", giunta alla IX edizione, promossa dalla Fondazione Isal Onlus -Istituto di Formazione e Ricerca in Scienze Algologiche - che si terrà sabato 7 ottobre in oltre cento piazze italiane.

Venerdì 6 ottobre, presso l'atrio del padiglione 5 del Policlinico, dalle 9 alle 15, medici specialisti e volontari della Fondazione saranno a disposizione dei cittadini per svolgere consulenze mediche gratuite e fornire informazioni sulle attività di terapia del dolore cronico, sulle cure palliative e per distribuire materiale informativo sul dolore e sulle possibilità di trattamento e di cura, con l'obiettivo di sostenere e affiancare le persone che hanno bisogno di queste cure e i loro familiari.

Ogni giorno più di 200 milioni di persone nel mondo occidentale soffrono a causa del dolore cronico. Nevralgie, endometriosi, fibromialgia, esiti da trauma, emicrania, herpes zoster, sono solo alcune patologie che causano un dolore quotidiano e persistente. In Italia la prevalenza del dolore cronico raggiunge il 26% della popolazione: 13 milioni di persone soffrono quotidianamente.

Al Policlinico di Sant'Orsola l'attività antalgica e di terapia del dolore per gli adulti è svolta presso l'unità operativa dedicata di Anestesiologia e Terapia del dolore, diretta dalla professoressa Maria Rita Melotti. La struttura gestisce un ambulatorio di Terapia Antalgica che eroga mediamente 56 visite settimanali a pazienti con dolore cronico, gestendone gli aspetti diagnostici, l’impostazione della terapia farmacologica, l’esecuzione delle appropriate  prestazioni invasive, dalle infiltrazioni ai trattamenti di radiofrequenza e il follow-up, e un servizio di Acute Pain Service che garantisce  il trattamento del dolore acuto postoperatorio (circa 7.000 pazienti seguiti nel 2016) e la presa in carico di casi complessi, con consulenze 7 giorni su 7 (oltre 1500 pazienti seguiti nel 2016) .

L’attività pediatrica di terapia antalgica è seguita dall’unità operativa di Anestesia e Rianimazione diretta dal dottor Fabio Caramelli. La struttura svolge costante attività di consulenza per tutta l’area pediatrica, collabora con le altre unità operative in un approccio multidisciplinare e multispecialistico nella creazione del piano assistenziale individuale per i pazienti con gravi cronicità prima del trasferimento a domicilio e segue ed assiste tutti i bambini operati presso le sale operatorie della chirurgia pediatrica (oltre 2000 ogni anno). Da quest’anno è inoltre attivo un ambulatorio per i pazienti con problematiche antalgiche complesse e per il follow-up dei pazienti con domiciliazione protetta.

Per informazioni dettagliate sulla giornata: www.fondazioneisal.it