Skip to main content

Chirurgia dell'ernia ombelicale in Day Surgery: scelte protesiche

erniaomb..jpg
4 Ottobre 2012

Giovedì 4 ottobre 2012 si svolgerà la seconda sessione del corso "Chirurgia dell'ernia ombelicale in Day Surgery: scelte protesiche", organizzato dalla Chirurgia generale del Prof. Francesco Minni e dal relativo settore di Day Surgery del Dott. Vincenzo Maria Greco.

L’ernia ombelicale rappresenta circa il 6% di tutte le ernie della parete addominale nell’adulto, si manifesta prevalentemente tra i 35 ed i 60 anni, nel sesso femminile (rapporto 4:1 tra F e M) e si caratterizza per una alta percentuale di complicanze quali incarceramento e strozzamento (circa il 13%).
Può essere di dimensioni piccole (diametro del colletto erniario < 2 cm), medie (da 2 a 4 cm) e grandi ( > 4 cm).
Saranno presi in considerazione alcuni punti controversi nel trattamento chirurgico dell’ernia ombelicale dai quali dipende essenzialmente anche la scelta della protesi utilizzata; scelta che rappresenta essa stessa un attuale elemento di discussione:.

La riparazione protesica è il trattamento di scelta per tutti i tipi di ernia ombelicale (indipendentemente dalle dimensioni), in quanto garantisce percentuali minime di recidiva.
Nella maggior parte dei casi un’ernia ombelicale può essere trattata in anestesia locale (Levobupivacaina e/o Mepivacaina), evitando così i rischi, gli effetti collaterali e le complicanze proprie dell’anestesia generale. L’anestesia generale potrebbe risultare utile in casi selezionati (pazienti obesi o poco collaboranti, ernie di grandi dimensioni) e naturalmente in caso di riparazione per via laparoscopica.
Nell’ernioplastica open con protesi intraperitoneale la mesh appositamente ideata per i difetti medio-piccoli è rappresentata dalla Ventralex Hernia Patch, che ha la caratteristica di avere un versante viscerale ed uno parietale con anello di memoria che ne garantisce la distensione dopo l’impianto e due “alette” che ne consentono il fissaggio sul piano fasciale.
Si ritiene che, considerando anche i dati EBM, nei difetti medio-piccoli sia opportuno eseguire una riparazione in anestesia locale, per via open, in regime di Day Surgery; la laparoscopia e l’anestesia generale possono essere utili in alcuni difetti più ampi, in caso di recidive o in caso di difetti multipli associati.
La chirurgia dei difetti ombelicali maggiori è , in fine, del tutto assimilabile a quella dei laparoceli.

Segreteria Organizzativa

Anna Rita Celani
Bard Spa
Tel.: 06 524931
Fax: 06 5295042
email: infodavol@crbard.com

In allegatoDimensione
Programma.pdf422.07 KB