Skip to main content

Futuro in corso: sei inaugurazioni per il Sant’Orsola di domani

Notizie dal Policlinico
14 Novembre 2018
futuro_in_salute.png

Nuove PET e RM e sedi rinnovate per gli ambulatori di Diabetologia, Pneumologia, Insufficienza intestinale cronica e Malattie del metabolismo.
Una nuova PET, una nuova Risonanza magnetica, 26 nuovi ambulatori per quattro Unità operative, dalla Diabetologia alla Pneumologia, passando per Malattie del metabolismo, ed Insufficienza intestinale cronica benigna. Valore complessivo: 6,2 milioni di euro.Sono gli investimenti realizzati in questi ultimi mesi con risorse aziendali inaugurati oggi al Policlinico di Sant’Orsola.

 

Meno radiazioni e tempi più brevi con la nuova PET/CT

Il nuovo tomografo PET/CT di alta fascia sostituisce una precedente apparecchiatura e rappresenta il modello più avanzato disponibile, approvato ed in commercio da pochi mesi, ed utilizza una tecnologia di tipo digitale. Il vantaggio principale consiste in una eccellente risoluzione delle immagini (intorno a 5 mm, il meglio ottenibile al momento). Questo consente di ridurre i tempi degli esami (che possono scendere da 12 sino a 8 minuti per scansione, se necessario) e soprattutto una riduzione della dose al paziente (risparmio fino al 20% della dose).

Il nuovo sistema PET/CT verrà utilizzato dall’Unità operativa di Medicina nucleare soprattutto in ambito oncologico, ma pure neurologico e cardiologico. Può effettuare tra 15 e 20 esami al giorno, per cui è previsto che a regime eroghi 3700 esami/anno. È stato acquisito attraverso un noleggio per 8 anni per un valore complessivo pari a 2,572 milioni.

 

Anche esami prenatali con la nuova RM

La nuova RM permette di eseguire esami su pazienti adulti in tutti i distretti corporei e pediatrici, fino a realizzare esami di RM fetale in collaborazione con la fisiopatologia prenatale. Si tratta di un sistema completamente digitale: l’innovazione è nell’architettura del sistema di ricezione in radiofrequenza che campiona il segnale in digitale direttamente dalla bobina e trasmette i dati in fibra ottica al sistema di ricostruzione delle immagini, eliminando così la potenziale influenza del rumore, tipica delle tecnologie analogiche.

L’indagine dura mediamente 20-40 minuti. Sarà utilizzata per la diagnosi di una grande varietà di condizioni patologiche ed in particolare in  oncologia per la diagnosi e la valutazione della risposta al trattamento di diversi tipi di tumore. È stata acquisita con noleggio ad 8 anni per un valore complessivo di 2,048 milioni. Il completamento dell’area al grezzo per installare la RM ha consentito di rendere disponibili anche ambulatori per consulenze specialistiche (Cardiologia, Angiologia, Neurologia) per il Pronto Soccorso.

 

Nuova sede per la Diabetologia del Sant’Orsola

Nella sede storica della Diabetologia sono state realizzate opere di ammodernamento impiantistico ed edilizio mantenendo struttura. L’intervento - su 550 metri quadrati per un investimento pari a 415.000 euro – ha interessato tra l’altro 9 ambulatori di visita, 3 spazi per attività infermieristiche, 3 studi medici e la sala d’attesa.

Oggi la Diabetologia del Sant’Orsola prende sempre più a carico problematiche ad elevata complessità, riguardanti cioè pazienti fragili ed a elevato rischio. Nell’anno di attività dal 1 novembre 2017 al 31 ottobre 2018 presso l’Unità operativa di Diabetologia sono state effettuate in tutto 13.628 visite.

Sono così stati creati ambulatori specialistici per diabete gravidico (2.595 visite); per la tecnologia elettronica applicata per pazienti con diabete tipo 1 portatori di device e/o microinfusori (456 visite); di transizione adolescenti/adulti (105 visite); del piede diabetico, in grande espansione con 828 visite; dedicato al solo diabete tipo 1 (in due mesi 235 visite).

 

Nuova sede per gli ambulatori di tre strutture

I lavori hanno permesso di dare, sempre al padiglione 11, nuova sede al Centro regionale per l’Insufficienza intestinale cronica benigna (4 ambulatori), tra i primi in Italia con  150-200 pazienti di cui circa il 75% provenienti da fuori regione e alla struttura per le Malattie del metabolismo (5 ambulatori, 3 spazi per dietiste e 3 per medici), che deve abbandonare il padiglione 7, che deve essere demolito.

Al padiglione 15 sono stati invece riqualificati gli ambulatori di Pneumologia presenti al piano terra (8 ambulatori e sala d’attesa). Gli ambulatori divisionali di primo livello realizzano annualmente 12mila prestazioni, tra cui 3.000 prime visite, 2.600 visite di controllo, 4.500 spirometrie, 1.200 emogasanalisi. Gli ambulatori divisionali di secondo livello sono dedicati alle malattie rare (Fibrosi polmonare, LAM, Sarcoidosi) e seguono ben 750 pazienti in follow up. In particolare la Pneumologia del Sant’Orsola è centro di riferimento regionale per le prime due patologie. Attualmente, infine, l’ambulatorio segue direttamente 40 pazienti in lista e 35 trapiantati di polmone in follow-up.

 

Tabelle riassuntive

INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE

Importo

Diabetologia

415.000

Malattie del metabolismo

460.000

Insufficienza intestinale cronica benigna

120.000

Ambulatori Pneumologia

185.000

Installazione nuova RM + ambulatori

385.000

Installazione nuova PET

38.000

TOTALE RIQUALIFICAZIONI

1.573.000

 

TECNOLOGIE

Importo

Nuova PET

2.572.000

Nuova RM

2.048.000

TOTALE TECNOLOGIE

4.620.000