Skip to main content

Gastroenterite acuta, nei bambini aumenta il rischio della sindrome del colon irritabile

Notizie dal Policlinico
21 Agosto 2017
salmonella_min.jpg

Attenti alla gastroenterite acuta nei bambini. È, infatti, un fattore che aumenta sensibilmente la possibilità di manifestare da adulti la sindrome dell’intestino irritabile. Lo racconta uno studio condotto al Sant’Orsola dal dottor Cesare Cremon con la supervisione dei professori Vincenzo Stanghellini e Giovanni Barbara ripreso oggi sulle pagine del sito La Stampa Salute (http://www.lastampa.it/2017/08/21/scienza/benessere/colon-irritabile-il-caldo-favorisce-i-batteri-cattivi-dellintestino-come-aiutarsi-GHcZzeAzhSzQppVDvLGUnI/pagina.html). Ecco in sintesi i risultati dello studio.

Scenario e obiettivi - La gastroenterite acuta infettiva aumenta il rischio di sindrome dell'intestino irritabile (IBS) e dispepsia funzionale (FD). I bambini sono particolarmente vulnerabili alla gastroenterite a causa dell'immaturità della loro barriera intestinale, del sistema nervoso enterico e della risposta immunitaria agli agenti patogeni. Abbiamo studiato se la gastroenterite acuta nella vita precoce aumenta il rischio di IBS e FD durante l'età adulta.

Metodi - Nel 1994 abbiamo individuato e monitorato un epidemia di Salmonella enteritidis, alimentata da una sola cultura, che ha coinvolto 1.811 pazienti (soprattutto pediatrici) a Bologna, in Italia. Sono stati raccolti dati clinici ed è stato progettato uno studio di coorte. Gli effetti a lungo termine sono stati valutati inviando un questionario a 757 soggetti 16 anni dopo l'epidemia (quando tutti i bambini erano adulti). Abbiamo selezionato in modo casuale una coorte di 250 adulti esposti a Salmonella da bambini, tutti 127 individui esposti da adulti e una coorte di partecipanti non esposti per numero, età, sesso e area di residenza (controlli).

Risultati -Tra i 198 partecipanti esposti, 64 hanno riportato FD (32,3%), contro 51 di 188 controlli (27,1%, P = 2,668). Tra 204 partecipanti esposti, 75 hanno riportato l'IBS (36,8%) rispetto a 44 di 189 controlli (23,3%, P = 0,004). Il rapporto di probabilità per IBS tra le persone esposte alla Salmonella era 1,92 (intervallo di confidenza del 95%: 1,23-2,98). La prevalenza di IBS era più elevata nei soggetti esposti Salmonella come bambini rispetto ai controlli (35.3% vs 20.5%, P = .008), ma non in individui esposti come adulti, rispetto ai controlli. Dopo la regressione logistica multivariata, IBS post-infettivo è stato associato indipendentemente con ansia e FD.

Conclusioni - Sulla base dei dati raccolti da una singola epidemia di Salmonella enteritidis proveniente dall'allevamento culturale nel 1994, la gastroenterite indotta dalla salmonella durante l'infanzia (ma non l'età adulta) è un fattore di rischio per l'IBS.