Skip to main content

Giornata mondiale contro l’AIDS, il Sant’Orsola apre le porte agli studenti

Notizie dal Policlinico
22 Novembre 2018
aids_le_tue_domande_le_risposte_che_servono.png

Il Policlinico di Sant’Orsola apre le porte agli studenti delle scuole superiori di Bologna. Lo fa in occasione della Giornata mondiale contro l’AIDS, proponendo una mattinata di informazione e confronto con i medici del nostro reparto di Malattie infettive, guidato dal professor Pierluigi Viale.

L’appuntamento è sabato 1 dicembre alle ore 9 nell’aula magna del padiglione 5. Se le adesioni continueranno ad aumentare l’incontro si duplicherà e, grazie alla disponibilità di medici e specializzandi, si svolgerà in contemporanea anche nella vicina aula Labò Barbara, sempre al padiglione 5.

Al termine dell’incontro saranno distribuiti un opuscolo della Regione che aiuta a sapere tutto ciò che serve su AIDS e malattie sessualmente trasmissibili e una guida rapida per capire dove e come poter fare visite e controlli a Bologna. Materiali che i ragazzi e  le ragazze potranno riportare a scuola e diffondere anche tra i propri compagni.

Sono circa 500 i ragazzi in Italia che hanno contratto il virus dell’Hiv. L’Istituto Superiore di Sanità segnala «un’incidenza maggiore» della sindrome nei giovani con un’età compresa tra i 25-29 anni, non escludendo che il virus possa essere stato contratto quando erano ancora minorenni. Nel 2016, le regioni con l’incidenza più alta sono state la Lombardia (691), il Lazio (557), l’Emilia Romagna (328) e la Toscana (292).

Essere sieropositivi vuol dire essere entrato in contatto con il virus, ma non per questo condannati a sviluppare la malattia, evitabile con un'adeguata terapia farmacologica. Prima si comincia, meglio è: ecco spiegata l'opportunità di una diagnosi tempestiva. Aiutare i ragazzi e le ragazze a capire, fare informazione, è la prima forma di prevenzione. Forse la più efficace.

Per vedere le foto dell'evento

In allegatoDimensione
locandina_1_dicembre_giornata_aids.pdf2.58 MB
informazione_-_le_infezioni_a_trasmissione_sessuale.pdf261.74 KB
prevenzione. le strutture a cui rivolgersi.pdf541.46 KB