Skip to main content

Il battito di ciò che siamo,l’arte in ascolto tra le mura dell’ospedale

Notizie dal Policlinico
24 Gennaio 2020
il_battito.jpg

Il Policlinico di Sant'Orsola si trasforma in un teatro delle arti: per un weekend mostre e installazioni aperte a tutti.
“La vita quando è in pericolo o è fragile perché appena nata, batte più forte. L’arte può mettersi in ascolto di questo battito. Può captare, trasmettere e condividere ciò che spesso non si riesce a dire e rimane nascosto. Può accendere una luce, aprire uno spazio dove comprendere qualcosa in più del mondo e di se stessi”.

Con questo messaggio, nell'ambito di ART CITY,  in occasione di Arte Fiera, ritornano in mostra le opere nate dal progetto Degenze Artistiche della Fondazione Policlinico Sant'Orsola, che tra settembre e ottobre 2019 ha visto sette artisti under 30 frequentare quotidianamente i reparti del policlinico, mettendosi in ascolto dei luoghi, dei pazienti, prendendo parte insieme a medici e infermieri alla vita dell’ospedale.
Da questa esperienza sono nate mostre e installazioni che, per tre giorni, da venerdì 24 a domenica 26 gennaio, saranno mostrate alla città; a queste si aggiungeranno quelle di due artisti già noti nel mondo dell’arte contemporanea che hanno deciso di partecipare con un’opera.

Artisti: Andrea Chiesi, Greta Di Poce, Nicola Evangelisti, Filomena Maietta, Sara Savini.

Orari di apertura in occasione del weekend di ART CITY Bologna:
venerdì 24 gennaio | ore 17.00 – 19.00
sabato 25 gennaio | ore 10.00 – 23.00
domenica 26 gennaio | ore 17.00 – 19.00

L'ingresso è gratuito.

In allegato il catalogo della mostra

In allegatoDimensione
Catalogo Art City.pdf1.04 MB