Skip to main content

La formazione non si ferma. E per la prima volta un "Cadaver Lab" per i corsisti.

Notizie dal Policlinico
1 Febbraio 2021
copertina.jpg

È iniziata la III edizione del Master Internazionale in Chirurgia Ginecologica Mini-Invasiva, organizzato dall’Università di Bologna e diretto dal Prof. Renato Seracchioli, direttore dell'Unità Operativa di Ginecologia e Fisiopatologia della Riproduzione Umana.
Il Master è un progetto rivolto ai ginecologi e a tutti coloro che desiderino acquisire e migliorare le proprie competenze nell’ambito della chirurgia endoscopica. L’endoscopia ricopre oggi un ruolo di primaria importanza nella diagnosi e nel trattamento di molte patologie ginecologiche. L’obiettivo del Master è quello di fornire ai partecipanti l’esperienza professionale necessaria alla padronanza della chirurgia endoscopica nelle diverse patologie ginecologiche, unitamente alla conoscenza teorica e pratica delle più recenti e innovative tecnologie endoscopiche.
E dalle difficoltà nascono le opportunità. È proprio a questo che hanno pensato la Prof.ssa Lucia Manzoli, direttore del Dipartimento di Scienze Biomediche e Neuromotorie e il Prof. Seracchioli quando, nell’impossibilità di poter svolgere un classico corso di dissezione chirurgica, hanno lavorato per trovare soluzioni alternative e sono riusciti ad organizzare questo evento unico nel suo genere nello scenario ginecologico italiano: presso il Centro di Anatomia Clinica e Chirurgica Sperimentale e Molecolare, la prima lezione di dissezione
chirurgica laparoscopica su cadavere.
All’evento, che si tiene nel pieno rispetto delle norme e dei protocolli Covid e che sarà trasmesso su una piattaforma multimediale messa a disposizione da Alma Mater, potranno partecipare non solo i corsisti, ma anche i medici in formazione specialistica.

In allegatoDimensione
Locandina.pdf1.14 MB