Skip to main content

La Medicina Rigenerativa : Cellule Staminali e non solo: il punto sullo stato di avanzamento della ricerca e dell'applicazione

Eventi
29 Settembre 2006

Oggi presso l’Istituto di Ematologia e Oncologia medica “L. e A. Sèragnoli” si tiene il Convegno“ Lo sviluppo della terapia cellulare e della medicina rigenerativa: ricerca, biotecnologie, normative e salute”.

Nel 2004 l’Istituto di Ematologia e Oncologia medica “L. e A. Sèragnoli” dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna promosse la Conferenza Internazionale sul tema “Le cellule staminali nell’adulto: una sfida per il futuro” nel corso della quale i più illustri ricercatori a livello mondiale fecero il punto sullo stato di avanzamento della ricerca nonché sulle prospettive a breve e medio termine per l’utilizzo reale delle cellule staminali. L’incontro di oggi è l’occasione per proseguire il confronto e l’approfondimento tra i diversi gruppi di eccellenza che attualmente in ambito regionale si occupano di medicina rigenerativa, e illustrare gli studi che negli ultimi due anni sono stati realizzati grazie anche al sostegno della Regione Emilia Romagna. Dall’ Istituto “Seràgnoli”, dove da anni sono attivi un gruppo di ricerca ed un gruppo clinico dedicati allo studio ed al trapianto delle cellule staminali emopoietiche, coordinati dal Prof. Roberto M. Lemoli e dal Dott. Giuseppe Bandini, sono nate e si sono sviluppate collaborazioni locali, nazionali ed internazionali per estendere l’ applicazione delle cellule staminali dall’ Ematologia ad altre patologie d’ organo, dal fegato al cuore, dal pancreas al sistema nervoso. Si è costituito quindi il Centro per la Ricerca delle Cellule Staminali coordinato dal Prof. Michele Baccarani. L’applicazione clinica delle ricerche consentirebbe di salvare molte vite umane nei casi in cui anche il trapianto d’organo non fosse più eseguibile. Tuttavia, va sottolineato che il problema applicativo sull’uomo trova ostacolo attualmente anche nei vincoli normativi europei. Gli attuali studi non si occupano solo di cellule staminali ma esistono altre forme di terapia cellulare che utilizzano cellule del sistema immunitario per combattere i tumori. Queste terapie vengono già somministrate con successo ai pazienti presso l’Istituto di Ematologia Sèragnoli contribuendo al controllo di tumori del sangue quali il mieloma multiplo e la leucemia acuta. Anche in altri settori della medicina sono da tempo consolidate terapie cellulari : ad esempio per la rigenerazione di osso e cartilagine e gli epiteli di rivestimento. Si tratta di campi di ricerca che rappresentano il punto di congiunzione tra le potenzialità della medicina rigenerativa e i risultati raggiunti sui quali si continua ancora a studiare per estendere le applicazioni cliniche.

L’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna e l’Università degli Studi di Bologna - in previsione della trasformazione del Centro per la Ricerca delle Cellule Staminali in Centro Interdipartimentale per la Medicina Rigenerativa -, anticiperanno inoltre in questa sede il Progetto del nuovo Centro dedicato alla ricerca medica che disporrà di oltre 1500 mq. e che troverà collocazione all’ interno dell’ Ospedale presso il IV piano del Padiglione “Laboratorio Centralizzato” – Area Sant’Orsola.


All’incontro partecipano, tra gli altri, la Preside della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Bologna Maria Paola Landini, il Direttore Generale del Centro Nazionale Trapianti Alessandro Nanni Costa e il Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna Augusto Cavina.