Skip to main content

Medici addetti all’emergenza e Ordine dei Medici di Bologna, “Per una Sanità del Servizio Pubblico” fa il punto dopo la sentenza della Corte di Cassazione.

Notizie dal Policlinico
19 Agosto 2020
cropped-400dpilogo.jpg

Dopo la sentenza della Corte Costituzionale, anche la Corte di Cassazione ha dichiarato illegittimo il comportamento tenuto dai vertici dell'Ordine dei Medici di Bologna contro i medici AUSL addetti all'emergenza.

L’associazione “Per una Sanità del Servizio Pubblico” fa il punto dopo la sentenza della Corte di Cassazione

 

“In merito alla sentenza della Cassazione ci sembra doveroso proporre alcune riflessioni:
La prima è la soddisfazione di vedere assolti colleghi ai quali gli ingiusti provvedimenti di sospensione hanno tolto serenità, tra l'altro anche in un recente difficile periodo.
La seconda riguarda i limiti netti che questa sentenza, dopo quella della Consulta sulla radiazione dell’assessore Venturi, ha definito: aver sancito che vi era una “carenza di potere” nelle sanzioni comminate, è un fondamentale passaggio che riconsegna al Sistema Sanitario Nazionale il compito di fare programmazione sanitaria per il tramite dei propri organi e dei propri dirigenti che, come riporta la sentenza della Cassazione, rispondono “per le specifiche funzioni regionali di organizzazione del servizio sanitario e dei servizi di emergenza” alle aziende sanitarie e solo a quelle.” 

 

Di seguito il link per leggere il comunicato intero

https://perunasanitadelserviziopubblico.home.blog/adesione-comunicato-stampa/