Skip to main content

Proteomica e Ricerca applicata alla Clinica: nuove sinergie per diagnosi e cura

Eventi
9 Marzo 2007

Si svolge oggi presso l’Aula Murri del Policlinico S. Orsola-Malpighi di Bologna il seminario annuale dei ricercatori del Centro Unificato di Ricerca Biomedica Applicata (CRBA) dove saranno illustrati i risultati delle Ricerche attualmente in atto. Al suo quinto appuntamento, il Seminario dedica la prima sessione alla presentazione del Nuovo Laboratorio di Proteomica.

Nato dalla convenzione tra il CRBA ed il Centro Interdipartimentale di Ricerca Biotecnologica dell’Università di Bologna (CIRB), che hanno riunito impegno e finanziamenti, il Laboratorio dispone di una strumentazione sofisticatissima e di tutti i know-how necessari per eseguire studi sulle proteine.

La proteomica rappresenta uno dei più innovativi campi della ricerca scientifica attraverso cui giungere ad una diagnosi sempre più precoce delle patologie tumorali e di altre gravi malattie. Attraverso lo studio della componente proteica dell’organismo umano è possibile comprendere le modificazioni che avvengono durante l’insorgenza e la progressione di una patologia avvalendosi di una metodica analitica di laboratorio molto sensibile:la spettrometria di massa. La spettrometria di massa è una tecnologia “ad alta resa”, che consente di eseguire in breve tempo analisi su moltissime proteine. In campo bio-medico queste analisi oggi sono in parte sperimentali e in parte già di uso clinico; vengono applicate sia nella ricerca di base, dove si analizzano singole cellule, sia nella pratica clinica per esami laboratoristici.

La seconda sessione del Seminario sarà dedicata ai giovani ricercatori del CRBA che illustreranno le principali ricerche condotte presso il Centro su temi multidisciplinari, dall’analisi delle cellule staminali dei tumori all’obesità, alla genomica e alla trapiantologia.

Al Seminario interverrano esperti nazionali quali il Dott. Massimo Alessio dell’Istituto S. Raffaele di Milano e la Dott.ssa Italia Bongarzone dell’Istituto Tumori di Milano che utilizzano le metodiche di proteomica per studiare i tumori; il dott. Giovanni Candiano dell’Istituto Gaslini di Genova ed il Prof. Fulvio Magni dell’Università di Milano che applicano la proteomica nello studio della patologia renale; il Dott. Paolo Nanni dell’Università di Bologna che utilizza la spettrometria di massa per lo studio delle malattie infiammatorie intestinali; la Dott.ssa Valentina Bonetto dell’Istituto Farmacologico M. Negri di Milano e il Dott. Alberto Bavelloni dell’Istituto Rizzoli di Bologna che applicano la proteomica allo studio delle malattie neurodegenerative ed alle leucemie.

Il CRBA è stato istituito nel 2000 dall'Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna in collaborazione con l'Università degli Studi di Bologna, con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna ed è diretto da un Comitato Scientifico costituito da 10 componenti nominati dal Direttore Generale in accordo con il Rettore, dai rappresentanti delle Presidenze delle Facoltà Sanitarie (Medicina, Veterinaria, Farmacia) e dal Direttore del Programma Aziendale relativo al Centro. La finalità del CRBA è quella di favorire il razionale utilizzo delle risorse umane, tecnico-strumentali e finanziarie per le attività di ricerca biomedica applicata del Policlinico, nonchè di fornire a tutti i gruppi di ricerca che non dispongono di laboratori uno spazio adeguato per poter svolgere i propri progetti. Esso è inoltre aperto a mettere a disposizione le proprie strumentazioni e ad accogliere i gruppi di ricerca provenienti da altre strutture della Facoltà di Medicina e di altre Facoltà dell'area delle scienze della vita.