Skip to main content

Seminario Approccio Multidisciplinare alla Malattia di Parkinson - Progetto dell'Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bolo...

Campagne di comunicazione/informazione
23 Aprile 2007

Si è svolto in data 20 Aprile u.s presso il Policlinico S. Orsola-Malpighi il Seminario “Approccio Multidisciplinare alla Malattia di Parkinson”, organizzato dall’Unità Operativa di Neurologia diretta dal Prof. Fabio Cirignotta.

La Malattia di Parkinson (MP), con una prevalenza di circa 250 casi su 100.000 abitanti, è una malattia degenerativa cronica del Sistema Nervoso Centrale (SNC) che ha una lunga durata ed un decorso progressivo. Durante la malattia compaiono numerose complicanze legate sia alla malattia, sia alla terapia e che coinvolgono altri sistemi ed organi oltre al SNC, determinando una elevata richiesta assistenziale per il paziente che esegue in media annualmente da 2 a 5 visite specialistiche oltre a quelle neurologiche.

Il seminario,dedicato all’aggiornamento sulla MP, si è incentrato sulla presentazione di un modello assistenziale innovativo adottato dal Policlinico che prevede un percorso clinico integrato e multidisciplinare rivolto al paziente per rispondere a tutti i bisogni che la malattia genera.
Il Progetto, nato nel 2006, prevede un percorso diagnostico-terapeutico caratterizzato dal coinvolgimento di più specialisti quali, oltre al neurologo: il neuropsicologo, il fisiatra, lo psicologo, il gastroenterologo, l’urologo, il cardiologo, l’ortopedico, lo pneumologo, il geriatra, lo psichiatra, il genetista, il foniatra, il logopedista e il medico di medicina nucleare.
Il neurologo - esperto nella Malattia di Parkinson - assume anche il ruolo di “case manager” in grado di gestire la complessa rete di attività e rapporti necessaria per assistere i pazienti affetti da MP.
Accessi riservati alle prestazioni necessarie con ridotti tempi di attesa sono prenotabili direttamente dal neurologo del Centro Parkinson.
I professionisti che partecipano al percorso hanno inoltre condiviso e si attengono a linee guida di diagnosi e terapia basate sulle migliori evidenze scientifiche e si incontrano periodicamente per confrontarsi.
I vantaggi di questo approccio multidisciplinare coordinato ed integrato sono la garanzia di una continuità assistenziale, la possibilità di condividere con professionisti esperti decisioni cliniche ed informazioni da comunicare al paziente e ai suoi familiari, l’abilità di dare risposte ai bisogni globali del paziente con MP.

Ad oggi sono entrati nel percorso MP circa 200 pazienti e sono state eseguite circa 500 prestazioni diagnostico-terapeutiche.