Skip to main content

Terza dose di vaccino per i pazienti fragili

Notizie dal Policlinico
29 Ottobre 2021
copertinasmslepida.jpg

Negli ultimi mesi si è osservato un preoccupante aumento dei casi di COVID-19 tra i soggetti vaccinati ed in particolare ove trascorsi molti mesi dal completamento della vaccinazione.
La somministrazione di una dose addizionale riduce in modo estremamente significativo questo fenomeno.

Pertanto il Ministero della Salute ha deciso di somministrare una dose addizionale ai pazienti fragili a partire da quelli con grave immunodepressione, particolarmente vulnerabili all’infezione da SARS-CoV2.

E’ importante sapere che:

  1. La dose aggiuntiva prevede l’impiego solamente di vaccini a mRNA (Pfizer/BioNTech o Moderna), a prescindere dalla tipologia di vaccino impiegato per il ciclo primario (es: è possibile fare prime due dosi con Pfizer/BioNTech e dose aggiuntiva con Moderna)
  2. La dose aggiuntiva per i soggetti immunocompromessi, deve essere fatta ad almeno 28 giorni dalla seconda dose (diversamente dalla popolazione generale, in cui la dose booster va programmata 6 mesi dopo la seconda dose).

Attenzione: chi ha ricevuto un trattamento immunosoppressivo (es: chemioterapia, cortisone, immunosoppressori, ecc.) o prevede di iniziarlo a breve potrebbe sviluppare una risposta immunitaria più debole dopo la vaccinazione. Si consiglia, quindi, prima di prenotare la somministrazione della terza dose, di valutare con lo specialista di riferimento la tempistica ideale per la somministrazione della dose addizionale.

Gli utenti selezionati per i quali è indicata la somministrazione della dose aggiuntiva riceveranno un SMS in cui è indicato il numero telefonico da contattare per concordare la prenotazione.

In caso di imprevisti, è possibile posticipare o annullare l’appuntamento già concordato chiamando lo stesso numero telefonico utilizzato per la prenotazione.

 

Tutte le informazioni sulla terza dose