Skip to main content

8 marzo, da Coop una borsa di studio per la ricerca contro il tumore ovarico

Notizie dal Policlinico
11 Marzo 2019
pink_is_good.png

Coop Alleanza 3.0 festeggia l’8 marzo con un augurio concreto per le donne, sostenendo un progetto tutto al femminile: che promuove la salute delle donne e, al tempo stesso, dà lavoro a una professionista della ricerca medico-scientifica d’eccellenza (un settore che, specie in Italia, vive numerose difficoltà, e che, ancora oggi, riserva agli uomini maggiori opportunità). La Cooperativa contribuisce infatti per il secondo anno al progetto “Pink is Good” di Fondazione Umberto Veronesi, che finanzia la ricerca scientifica d’eccellenza e l’importanza della prevenzione contro i tumori femminili, finanziando una borsa di ricerca annuale del valore di 33 mila euro per una dottoressa che studia i tumori ovarici. I fondi andranno alla dottoressa Giulia Girolimetti – 34 anni, di Chiaravalle (An), laureata in Genomica funzionale e Scienze biologiche, ricercatrice al Policlinico di Sant’Orsola dell’Università degli Studi di Bologna – impegnata nell’individuazione di nuove terapie nel trattamento del carcinoma ovarico: uno dei più insidiosi, difficile da prevenire e curare, perché, essendo asintomatico, viene spesso diagnosticato tardi. La ricerca di Girolimetti indaga il ruolo dei mitocondri, per identificare i meccanismi alla base della resistenza alle cure e testare combinazioni di farmaci per prevenirne l’insorgenza. Nel 2018, il contributo è stato destinato invece alla dottoressa Mariaelena Pistoni dell’Ospedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia, per studiare il legame fra i farmaci che influenzano il Dna e le cellule tumorali del seno.

Il contributo di Coop Alleanza 3.0 è accompagnato dalla campagna “Sosteniamo le donne per ricercare nuove cure” che si sviluppa anche sui social: tutti possono contribuire diffondendo il post sull’iniziativa pubblicato sulla pagina Facebook di Coop Alleanza 3.0.

Per guardare il video