Skip to main content

A.M.C.I. – Associazione Medici Cattolici Italiani

Il progetto dell’Associazione A.M.C.I. nasce dall'esigenza di prevenire il fenomeno dell'abbandono traumatico del neonato, che può esitare nei casi più gravi nella morte configurando il reato di infanticidio per chi si è reso responsabile dell’abbandono e dell' eventuale successivo decesso del neonato.

Vi sono Madri che non possono o non vogliono partorire in ambiente ospedaliero, per questo motivo è possibile prevenire l' abbandono traumatico del Neonato in sede extra ospedaliera e rispettare l'eventuale volontà della Madre di non essere “nominata" (DPR 396/2000, art. 30, comma 1), tramite una struttura di valenza socio-sanitaria denominata “Culla per la Vita”, equivalente tecnologico avanzato delle antiche "Ruote degli Esposti".

A Bologna essa è realizzata ed operativa in via Guidicini, Quartiere S. Stefano nelle vicinanze del Policlinico S.Orsola – Malpighi, ed impiegata per sostenere il diritto al parto in anonimato, la riservatezza per la madre e la necessaria sicurezza per il neonato, evitando il ripetersi di tristi fatti di cronaca con abbandoni di neonati esitati nella morte degli stessi.

Il progetto di collaborazione con il Policlinico nasce dall’esigenza di interfacciare la Culla per la vita con una struttura sanitaria di alto livello per la cura immediata al Neonato abbandonato.

Inoltre i volontari dell’associazione, anche personale non sanitario, si offrono per fare opera di sensibilizzazione sulla Culla ai cittadini all’interno del Policlinico all’interno dell’Unità Operativa di Neonatologia diretta dal Professor Giacomo Faldella.