Skip to main content

ArmoniosaMente, meditazione e informazione alleate nella lotta ai tumori

15 Febbraio 2017
armoniosamente_loto.jpg

L’associazione di volontariato Loto porta al Sant’Orsola ArmoniosaMente, il percorso per le donne che stanno affrontando un tumore femminile. Già sperimentato al Bellaria e realizzato nella struttura di Oncologia medica guidata dal dottor Claudio Zamagni in collaborazione con il professor Pagliaro dell’Ausl, il progetto coinvolgerà numerosi professionisti del Policlinico
e si basa su due elementi che nel corso degli anni sono stati dichiarati efficaci in ogni pratica relativa alla salute: la corretta informazione sanitaria e le pratiche meditative.

I 13 incontri che compongono l’edizione di ArmoniosaMente al Sant’Orsola inizieranno martedì prossimo, 21 febbraio. Il ciclo, totalmente gratuito, sarà tenuto da specialisti che le pazienti incontrano nel proprio percorso di cura. I primi sei incontri sono dedicati alle informazioni sanitarie e mediche, nei tre incontri successivi l’attenzione si concentra sul corretto stile di vita tra attività fisica e alimentazione. In ognuno di questi incontri le pazienti hanno la possibilità di confrontarsi con lo specialista, di fare domande e di tornare a casa sentendo di avere maggiore consapevolezza e padronanza di quello che stanno e che dovranno affrontare. Nei restanti 4 incontri vengono insegnate alle partecipanti alcune delle tecniche di meditazione e di visualizzazione.

“Il tumore all’ovaio è un tumore particolarmente difficile da combattere, siamo orgogliose di poter offrire alle nostre pazienti un’arma in più in questa lotta. La condivisione, la consapevolezza e la fiducia sono elementi decisivi in un percorso di cura: con il progetto ArmoniosaMente siamo convinte di riuscire a dare gli strumenti necessari per raggiungere questi stati d’animo, siamo certe che per le nostre pazienti questi incontri rappresentino un aiuto e supporto vero al difficile percorso che stanno affrontando” commenta Sandra Balboni, presidente di Loto Onlus.

L’informazione, il coinvolgimento del paziente, l’attenzione a tutti gli aspetti della persona lungo il percorso di cura – ha commentato il direttore generale del Sant’Orsola Antonella Messori – sono aspetti che il nostro Policlinico vuole perseguire sempre nella propria attività, e in particolare nel caso di patologie che provocano un cambiamento importante nelle abitudini di vita e chiedono l’attivazione di tutte le proprie risorse per essere affrontate nel miglior modo possibile. Con questa consapevolezza abbiamo scelto di sostenere questo percorso proposto dall’associazione Loto”.

 

Per maggiori informazioni:

http://lotonlus.org/portfolio/armoniosamente-con-loto/