Skip to main content

Dalla Cucina del Sant’Orsola pranzo di Natale della tradizione per i degenti

Notizie dal Policlinico
25 Dicembre 2016
cucina_natale.jpg

Settantasette chili di tortellini e 600 mini-panettoni, uno per ognuno dei degenti in dieta libera. La Cucina del Sant’Orsola ha lavorato in questi giorni per offrire a chi deve trascorrere il Natale ricoverato in ospedale un pranzo particolare. Tutto ‘fatto in casa’ e secondo quel che prevede la tradizione.

Per realizzare i tortellini otto cuochi hanno lavorato per tre giorni, dalle 6.30 alle 12.30, tirando 45 chili di sfoglia e farcendola con 40 chili di ripieno realizzato sempre dalla Cucina con mortadella, prosciutto crudo, carne di maiale , parmigiano-reggiano, sale, noce moscata e uova.

 Il pranzo, per tutti i pazienti a dieta libera, si concluderà con un mini-panettone ‘fatto in casa’. Il giorno della vigilia dalle 7 alle 12 i cuochi hanno impastato 15 chili di farina con 300 uova e tanti altri ingredienti, sani e gustosi, riuscendo così a sfornare 600 panettoni in monoporzione.

 Piccoli pensieri per chi dovrà passare questa giornata ricoverato in ospedale. Un’altra azione del Progetto Ristorazione che punta a migliorare passo dopo passo anche l’alimentazione, per un cibo vissuto come parte della cura.

In allegatoDimensione
progetto_ristorazione.pdf361.92 KB