Skip to main content

Cardiochirurgia pediatrica – Alla dottoressa Emanuela Angeli il premio Tina Anselmi

Notizie dal Policlinico
6 Marzo 2019
emanuela_angeli_premio_tina_anselmi.jpg

La dottoressa Emanuela Angeli, cardiochirurga pediatrica del Sant’Orsola, ha ricevuto questa mattina il Premio Tina Anselmi 2019, istituito dalle sedi bolognesi di Centro Italiano Femminile (CIF) e Unione Donne in Italia (UDI) e giunto quest’anno alla sua terza edizione.

Il premio "ha l’obiettivo di valorizzare le competenze delle donne, quelle che ogni giorno contrastano gli stereotipi e creano le basi per un'uguaglianza effettiva in professioni un tempo unicamente maschili”, come indubbiamente la cardiochirurgia.

Il riconoscimento è stato consegnato questa mattina nella Sala dello Stabat Mater della Biblioteca dell’Archiginnasio (Piazza Galvani 1) in concomitanza con la Giornata Internazionale della Donna.

Emanuela Angeli lavora al Policlinico di Sant’Orsola dal primo gennaio 2009, nel reparto di Cardiochirurgia pediatrica diretto dal professor Gaetano Gargiulo, ed è responsabile dell’incarico professionale di alta specializzazione Trapianto cardiaco e assistenza cardiocircolatoria e nelle cardiopatie congenite.

“Sono sempre di più – ha commentato il direttore generale Antonella Messori – le giovani chirurghe che all’interno del nostro Policlinico hanno modo di far valere le proprie competenze e capacità. Non esistono mestieri maschili o femminili, ma solo mestieri da svolgere con più passione e professionalità. Per arrivare a un’effettiva parità di genere la strada è ancora lunga ma grazie a persone come la dottoressa Angeli potremo percorrerla con maggior efficacia e velocità”.

La candidatura della dottoressa Angeli era stata avanzata dall’Associazione Piccoli Grandi Cuori, attiva all’interno del reparto di Cardiochirurgia pediatrica del Sant’Orsola. “Siamo felici ed entusiasti di questo riconoscimento – ha affermato Paola Montanari, presidente dell’associazione – Quando abbiamo saputo della terza edizione del premio ci è sembrato naturale proporre la candidatura della dottoressa Angeli, non solo per le sue capacità professionali,  ma anche perché conosciamo bene l’attenzione che dedica ai piccoli pazienti del reparto di cardiochirurgia pediatrica”.