Skip to main content

Pediatria, un laboratorio di ceramica con i 'maestri' della Thun

Notizie dal Policlinico
18 Settembre 2017
laboratorio_thun_miniatura.jpg

Un laboratorio guidato dai ‘maestri’ della Thun. Si svolgerà al Sant’Orsola, ogni settimana. I pazienti della Pediatria diretta dal professor Andrea Pession avranno così l’occasione di imparare a lavorare l’argilla e realizzare oggetti in ceramica. Un modo diverso per esprimere le proprie emozioni e riuscire così ad affrontare con maggior forza la malattia e la permanenza in ospedale.

La nuova attività viene realizzata grazie ad una convenzione tra il Policlinico e la Fondazione Thun nata nel 2006 per ricordare la Contessa Lene, fondatrice dell’omonima azienda altoatesina. Attualmente la Fondazione ha attivi 22 laboratori in 15 strutture ospedaliere del nostro Paese, da Bolzano a Catania, dal Meyer di Firenze al Gemelli di Roma.

Ogni settimana, per circa tre ore, un ceramista esperto della Thun e un gruppo di volontari appositamente formati insegneranno ai bambini a modellare l’argilla per realizzare opere per se stessi o collettive. Alcune di queste andranno a decorare “L’albero dei desideri” che durante le festività natalizie, da due anni, viene realizzato al centro di piazza San Pietro e in tante altre piazze italiane.

“Quel che viene vissuto dai bambini– spiega la dottoressa Dorella Scarponi, psicologa del reparto – è un’esperienza che può essere traumatica: poterla elaborare attraverso la manipolazione dell’argilla aiuta a superare paura e dolore, riduce lo stress e questo mette l’organismo in condizione di ricevere al meglio le cure e stimolare la parte sana del bambino”.

Il nuovo laboratorio si affianca a tante altre attività quotidianamente garantite ai piccoli pazienti dei reparti, dalla scuola in ospedale alla musicoterapia, passando per il progetto di ricerca con Marino, un robot umanoide che ‘insegna’ ad esprimere le emozioni. Tutte attività seguite da un team multidisciplinare, che sostiene bambini e bambine e i loro genitori in questo percorso. 

L’obiettivo della Fondazione Thun è realizzare, grazie alle donazioni di tanti sostenitori, progetti di terapia ricreativa attraverso la modellazione della ceramica, per ‘donare gioia a se stessi e agli altri’, come recitava il moto della contessa Lene Thun. L’argilla è un materiale povero, che si presta però a dar corpo a tutti i sogni e alle fantasie dei bambini.