Skip to main content

Primo bilancio sulla programmazione a breve contenuta nel budget 2006

Notizie dalla Direzione Generale
5 Ottobre 2006
Cari professionisti ed operatori

A circa un anno dall’insediamento presso la Direzione generale del nostro Policlinico ritengo opportuno rivolgermi a Voi per fare una sintesi dei programmi in corso e dei risultati, in prossimità della definizione delle linee per il piano budget 2007.

Come ricorderete nei primi mesi del mandato abbiano lavorato attivamente su due versanti: l’identificazione delle linee strategiche di riorganizzazione e sviluppo a medio-lungo termine e la programmazione a breve contenuta nel budget 2006.
Nella nostra attività di programmazione abbiamo avuto come riferimento l’idea che sviluppare le vocazioni del Policlinico S.Orsola-Malpighi quale Ospedale di alta specialità, con un ruolo importante nel panorama sanitario nazionale ed internazionale, avrebbe creato anche le condizioni favorevoli ad un miglior equilibrio di bilancio.
Le azioni prontamente attivate sui programmi ci permettono già di trarre un primo bilancio – anche se provvisorio – che cercherò di sintetizzare illustrandoVi brevemente
1. la riorganizzazione dell’assetto aziendale,
2. i risultati preliminari relativi agli obiettivi di Budget 2006
3. gli stati di avanzamento dei programmi e degli investimenti a medio-lungo termine.
Prima di procedere all’illustrazione di quanto sopra voglio rilevare e sottolineare alcuni elementi di fondamentale importanza: il clima positivo delle relazioni e la condivisione degli obiettivi strategici con l’Università e la Facoltà di Medicina, l’adesione e l’impegno dei professionisti e degli operatori ai programmi di sviluppo ed il clima costruttivo e di collaborazione, nel rispetto dei ruoli, con cui si realizzano le relazioni sindacali. Tali condizioni rappresentano un favorevole presupposto per futuri ambiziosi traguardi.
  1. Stato di avanzamento nei programmi di riordino dell’assetto aziendale:
    • è a buon punto il lavoro per la definizione di una proposta di Accordo Attuativo Locale Azienda-Università in attuazione dei patti di intesa Regione-Università;
    • sono stati attivati i nuovi Dipartimenti assistenziali in attesa di concordare, confido entro il corrente anno, il nuovo regolamento per l’attivazione dei Dipartimenti ad Attività Integrata (DAI);
    • è stato deliberato il riassetto provvisorio dell’organigramma aziendale in attesa della definizione dell’ Atto aziendale;
    • in data 11 settembre si è insediato il Comitato di Indirizzo, organo aziendale, costituito da cinque componenti esterni all’Azienda, designati dalla Regione e dall’Università, con il compito di garantire che le strategie ed i programmi aziendali siano coerenti con la necessità di contemperare alle tre funzioni aziendali: assistenza, ricerca e didattica
  2. Andamento dei risultati di Budget 2006: sono positivi e coerenti con gli obiettivi di sviluppo delle attività ad alta specialità ed il contratto di fornitura con le Aziende sanitarie territoriali della Provincia di Bologna. Le limitazioni poste dalla Finanziaria 2006 - in particolare il blocco delle assunzioni e le limitazioni agli incrementi di spesa per beni di consumo e servizi – sono state affrontate:
    a) proponendo alla Regione un piano per l’autorizzazione a ricoprire il turn-over del personale di assistenza nel rispetto dei vincoli finanziari;
    b) accelerando alcune riorganizzazioni già previste (es. l’accorpamento delle degenze di Dermatologia e Angiologia, riorganizzazione degenze pneumologia, incremento dei reparti a 5 giorni, ecc.) che hanno permesso il recupero di unità di personale garantendo i livelli di assistenza;
    c) partecipando e proponendo unioni di acquisto con le altre aziende di Area Vasta. Ciò ha consentito una riduzione di costi di acquisto dei farmaci e di altro materiale di consumo sanitario ed economale. Voglio rimarcare, infine, il buon risultato ottenuto dall’impegno dei professionisti per un uso appropriato dei farmaci e degli altri beni di consumo
    d) rinegoziando le condizioni economiche dei servizi in appalto. Complessivamente dunque, possiamo, per l’anno in corso, prevedere una inversione di tendenza verso la riduzione del disavanzo di bilancio. Nel corso del 2006 sono inoltre stati portati a termine interventi di riorganizzazione di importanti percorsi clinico-assistenziali.
  3. Il piano degli investimenti per l’ammodernamento della struttura edilizia e per il rinnovo delle tecnologie prosegue regolarmente anche grazie alla disponibilità finanziaria di un mutuo fondiario acceso dall’Azienda per 120 milioni di euro. Le azioni avviate sui piani poliennali si sviluppano nel rispetto dei tempi previsti. Il bando per i lavori di realizzazione del Polo chirurgico è stato pubblicato; è a buon punto la progettazione per la realizzazione della cucina unica, del magazzino per farmaci e beni di consumo economali e della centrale di sterilizzazione.

Vorrei chiudere questo primo bilancio positivo ricordando che la realizzazione degli obiettivi di sviluppo ed innovazione di questa azienda richiedono la piena valorizzazione delle competenze professionali e dei comportamenti organizzativi coerenti con la mission ed i valori di servizio della nostra azienda in un contesto organizzativo che favorisca l’integrazione delle competenze, la continuità assistenziale ed il buon uso delle risorse. Su questo lavoreremo ancora insieme, come in questo anno, avendo a riferimento che il Dipartimento rappresenta la sede privilegiata per un nuovo protagonismo dei professionisti e degli operatori e dunque per la Vostra partecipazione alle politiche aziendali, al governo clinico e all’organizzazione dell’assistenza, alle attività di ricerca e formazione.

Buon lavoro a tutti.

Augusto Cavina