Skip to main content

Venerdì 21 maggio proclamato uno sciopero generale nazionale

Notizie dal Policlinico
17 Maggio 2021
immagine_policlinico.jpg

Venerdì 21 maggio, per l’intera giornata, la Associazione Sindacale USB - Unione Sindacale di Base -, con l’adesione dell’Associazione Sindacale USB P.I.,  ha proclamato uno sciopero nazionale rivolto a tutto il personale del comparto sanità pubblica, delle IPAB e delle ASP afferenti agli Enti Locali e dei Policlinici Universitari, delle Aziende della Sanità Privata, delle Cooperative Sociali, Associazioni e Società operanti anche in appalto, concessione e accreditamento nei servizi sanitari e socio sanitari.

Sono assicurati i livelli minimi di attività previsti dall’accordo sindacale in caso di sciopero, in linea con le disposizioni normative di riferimento, compatibilmente con le necessità generate dall’attuale picco pandemico, in costante evoluzione. Viene garantita la continuità dei servizi pubblici essenziali riferiti a:

  • Pronto Soccorso generale, ortopedico, oculistico e Radiologia D’Urgenza
  • Pronto Soccorso pediatrico e Pediatria D’Urgenza
  • Ambulatorio urgenze Dermatologia
  • Medicine e Chirurgie D’Urgenza
  • Rianimazioni, terapie intensive
  • Unità coronariche
  • Dialisi
  • Accettazione urgenze ostetrico-ginecologiche, sala travaglio parto
  • Neonatologia
  • Attività trapiantologica
  • Prestazioni di terapia antiblastica
  • Esami non differibili, urgenti ed in emergenza (ad esempio TAO).
  • Cardiologia pediatrica
  • Onco-Ematologia pediatrica e Bassa carica microbica ematologica

 

Le restanti attività assistenziali non essenziali saranno erogate in relazione al livello di adesione allo sciopero.