Assistenza anestesiologica per la Piastra A
Unità operativa:
R

Dove si trova
R
Contatti

Tel. 051 2144273
Fax 051 2144272

Coordinatore tecnico/
infermieristico
-

La prestazione anestesiologica (informazioni sull'anestesia).

Per essere operato il paziente deve essere sottoposto ad un'anestesia che serve a bloccare il dolore ed a proteggere l'organismo dall'aggressione chirurgica. La sicurezza dell'anestesia moderna deriva dai progressi farmacologici e tecnologici e dalla competenza dell'anestesista. L'anestesista è un medico specializzato cui è affidato il compito impegnativo di innalzare la soglia del dolore, di controllo e di recupero delle funzioni vitali del paziente prima, durante e dopo l'intervento chirurgico. Essenzialmente ci sono due tipi di anestesia: l'anestesia generale e l'anestesia loco-regionale.

Anestesia generale

Il paziente è incosciente, il corpo e soprattutto il cervello sono addormentati, il paziente non sente nulla. L'anestesia generale può essere somministrata mediante iniezioni endovenose o attraverso le vie aeree, anestetico volatile, oppure per entrambe le vie. Dopo che l'anestesia è stata avviata verranno somministrati farmaci per mantenere il paziente adeguatamente anestetizzato per tutto l'intervento chirurgico. La respirazione del paziente viene garantita da una macchina automatica attraverso una protesi (tubo) in trachea. Altri apparecchi(monitor) permettono all'anestesista di controllare il cuore, la pressione sanguigna e l'ossigenazione per tutta la durata dell'intervento. Al termine dell'intervento il paziente, prima di essere inviato in reparto, viene tenuto in osservazione fino al recupero dell'autonomia delle funzioni vitali . Il risveglio da un'anestesia generale può comprendere anche una fase di confusione prima della completa normalizzazione. Una volta sveglio il paziente può avere fastidio alla gola , a volte nausea e vomito. Dopo ogni intervento chirurgico il paziente avverte dolore più o meno grave, in relazione alla sede ed al tipo di ferita. Questo dolore impedisce al paziente di riposare, di muoversi, di respirare adeguatamente e di fare la tosse. E' importante che il dolore postoperatorio venga soppresso. Esistono vari mezzi moderni e sicuri per eliminare questo tipo di dolore ed è compito dell'anestesista mettere in atto questi mezzi.

Anestesia loco regionale

Solo una regione specifica del corpo è anestetizzata: il dolore proveniente da essa viene bloccato e non arriva al cervello. Questo viene ottenuto iniettando l'anestetico direttamente vicino ad i nervi che portano la sensibilità alla zona sottoposta all'intervento. Ci sono diversi vantaggi nell'anestesia loco-regionale: l'eliminazione del dolore senza la perdita della coscienza, minori effetti collaterali rispetto a l'anestesia generale (gola dolente, nausea, vomito e disorientamento, ecc.). Dopo l'intervento chirurgico in anestesia loco-regionale il sollievo dal dolore può durare diverse ore senza bisogno di altri farmaci. L'anestesia loco-regionale può essere scelta per diversi tipi di interventi; infatti molte zone del corpo possono essere bloccate con l'anestesia regionale. Comunque bisogna essere consapevoli del fatto che le complicanze potenziali dell'anestesia loco-regionale, anche se minori e rare, possono essere altrettanto gravi di quelle da anestesia generale.

La Documentazione rilasciata all’atto del trasferimento dalla Sala Operatorio: Cartellino

Informazioni utili