Laboratorio di diagnostica neurofisiologica
Unità operativa:
R

Coordinatore tecnico/
infermieristico
-

L'ATTIVITÀ :
Vengono eseguiti

  • VIDEO-ELETTROENCEFALOGRAMMI di routine in laboratorio o nei reparti di degenza al letto del paziente,accesso tramite richiesta del curante con prenotazione al CUP o accessi interni
  • VIDEOPOLIGRAFIE in veglia e sonno pomeridiano,prenotabili solo previa richiesta di un nostro specialista
  • EEG DINAMICI (registrazione holter per 12-24-48 ore). prenotabili solo previa richiesta di un nostro specialista
  • MONITORAGGI INTENSIVI PROLUNGATI in reparto di degenza "stanza di Giacomino". prenotabili solo previa richiesta di un nostro specialista e in regime di ricovero per almeno 3 giorni.

di recente apertura il laboratorio con:

ELETTROMIOGRAFIA E POTENZIALI EVOCATI UDITIVI E SOMATOSENSORIALI in età pediatrica per pazienti inviati dai nostri specialisti, al momento non è previsto l'accesso dall'esterno.

Informazioni utili 

Indicazioni generali prima dell'effettuazione di un esame nell'ambulatorio di neurofisiologia

Nessuno degli esami effettuati nell'ambulatorio di neurofisiologia prevede che il paziente sia a digiuno, il bimbo può quindi fare una leggera colazione prima dell'esame. Nel caso di assunzione di una terapia giornaliera, questa può essere regolarmente somministrata al mattino tranne in caso di prelievo del sangue. Non deve essere posto nulla sui capelli (gel, lacca, mousse), presentarsi quindi con i capelli lavati e con vestiti comodi.

L’elettroencefalogramma con videoregistrazione (video-EEG) e la video-polisonnografia sono due esami strumentali che consistono nella registrazione dell’attività elettrica delle cellule cerebrali (EEG). Tale registrazione, che è indolore e non invasiva, viene ottenuta appoggiando una cuffietta di tessuto elastico contenente elettrodi di argento sul cuoio capelluto del paziente. In entrambi gli esami la registrazione è accompagnata da una ripresa video e dall’esecuzione di un elettrocardiogramma, in modo da poter
successivamente correlare e sincronizzare l’attività cerebrale con i movimenti e le manifestazioni cliniche del paziente. La principale differenza tra i due test consiste nel fatto che, mentre l’elettroencefalogramma viene
eseguito mentre il bambino è sveglio, la video-polisonnografia è esplicitamente pensata per registrare l’attività cerebrale durante il sonno. Inoltre i due esami si diversificano in quanto a durata e al tipo e al numero di parametri rilevati. In genere la video-polisonnografia è indicata come ulteriore approfondimento, ossia quando le informazioni rilevate dalla video-EEG non sono sufficienti a risolvere il quesito diagnostico.

<div class="attivo leggi-di-piu">
Elettroencefalogramma con videoregistrazione (video-EEG)
Procedura
Nella stanza dell’esame, oltre al piccolo paziente, è ammesso un solo accompagnatore. Il paziente viene fatto accomodare su una poltrona per favorire il rilassamento (se molto piccolo o non collaborante può stare in braccio ad un genitore) e sul suo cuoio capelluto viene posizionata una cuffietta elastica contenente gli elettrodi. Il tecnico neurofisiopatologo provvede quindi ad inserire, attraverso una cannuccia dottata di ago smussato (e quindi senza punta), il gel conduttore sull’elettrodo, in modo da favorire la registrazione dell’attività elettrica cerebrale. A questo punto, una volta ultimate le procedure di preparazione, è possibile dare inizio all’esame vero e proprio. Per ottimizzare la registrazione del segnale elettrico è importante che il bambino sia rilassato e riduca il più possibile i movimenti. Proprio per questo motivo è possibile portare in stanza un oggetto caro al piccolo paziente (ad esempio il giocattolo preferito) o leggere un libro durante l’esecuzione del test. È inoltre consigliato portare il ciuccio o il biberon, nel caso il bambino non si tranquillizzi. Per i bambini più piccoli,
inoltre, è possibile praticare l’allattamento al seno anche durante l’esame. In genere l’esame dura tra i 20 e i 30 minuti e comprende anche la raccolta dei dati anamnestici del piccolo paziente, ossia la ricostruzione della sua storia clinica (eventuali malattia, esami effettuati e terapie). È quindi di fondamentale importanza portare tutta la documentazione medica del paziente.
A che cosa serve
La video-EEG è utile e indicata per la diagnosi alcune patologie del sistema nervoso centrale, tra cui: perdita di coscienza, sospetta o accertata epilessia, disturbi del sonno, disturbi di memoria o altre manifestazioni transitorie con o senza alterazione dello stato di coscienza.
Prima dell’esame
Non occorre alcuna preparazione particolare, ma è bene presentarsi all’esame a stomaco pieno e con i capelli puliti senza aggiunta di prodotto come gel o lacca. Se il bambino segue una terapia può continuare ad assumere i farmaci prescritti come tutti gli altri giorni.
Dopo l’esame
Al termine dell’esame è possibile recarsi a domicilio e riprendere subito le normali attività della vita quotidiana. I capelli del bambino rimarranno leggermente umidi e sporchi di gel fino al primo lavaggio con
shampoo.
Procedura
Nella stanza dell’esame, oltre al piccolo paziente, è am

 

Video-Polisonnografia
Procedura
Nella stanza dell’esame, oltre al piccolo paziente, è ammesso un solo accompagnatore. Il paziente viene fatto accomodare su un letto dedicato e sul suo cuoio capelluto viene posizionata una cuffietta elastica contenente gli elettrodi. Il tecnico neurofisiopatologo provvede quindi ad inserire, attraverso una cannuccia dottata di ago smussato (e quindi senza punta), il gel conduttore sull’elettrodo, in modo da favorire la registrazione dell’attività elettrica cerebrale. È indispensabile che il paziente non si addormenti prima che tutti gli elettrodi siano stati posizionati correttamente.
Nella video-polisonnografia, oltre all’elettrocardiogramma, vengono monitorati anche il respiro, l’attività di uno o più muscoli e altri parametri poligrafici a seconda del quesito diagnostico. La durata dell’esame è maggiore rispetto alle video-EEG in quanto per completare il monitoraggio sono necessari almeno quarantacinque minuti di sonno: se si includono anche le procedure di preparazione il test può richiedere anche un’ora e mezza per essere completato.
A che cosa serve?
Al pari della video-EEG, la video-polisonnografia è utile e indicata per la diagnosi alcune patologie del sistema nervoso centrale, tra cui: perdita di coscienza, sospetta o accertata epilessia, disturbi del sonno, disturbi di memoria o altre manifestazioni transitorie con o senza alterazione dello stato di coscienza.
Prima dell’esame
È bene presentarsi all’esame a stomaco pieno e con i capelli puliti senza aggiunta di prodotto come gel o lacca. Se il bambino segue una terapia può continuare ad assumere i farmaci prescritti come tutti gli altri giorni.
È inoltre necessario che il paziente rimanga sveglio fino all’ingresso nell’ambulatorio. Per questo motivo la sera precedente l’appuntamento è consigliabile coricare il bambino più tardi rispetto al solito (intorno alle 23), e la mattina dell’esame il paziente deve essere svegliato molto presto (verso le 4,30). Gli orari suggeriti tra parentesi, tuttavia, sono solo indicativi: ogni caso specifico è a sé, ed è quindi necessario chiedere al personale tecnico e medico
Dopo l’esame
Al termine dell’esame è possibile recarsi a domicilio e riprendere subito le normali attività della vita quotidiana. I capelli del bambino rimarranno leggermente umidi e sporchi di gel fino al primo lavaggio con shampoo.
DA RICORDARE:
• Presentarsi all’appuntamento NON a digiuno. Non è necessario interrompere eventuali terapie
farmacologiche in corso
• Presentarsi all’appuntamento con i capelli puliti e senza prodotti applicati
• Portare giocattolo/libro/ciuccio o biberon personali per facilitare il rilassamento del bambino
• Portare con sé la documentazione clinica del paziente (precedenti referti di visite, esami strumentali o ematici)
• Fare accettazione prima di recarsi nel corridoio dell’ambulatorio

Info e contatti: per informazioni e chiarimenti è possibile telefonare allo 051 2143912 e lasciare un messaggio in segreteria. Il personale sanitario provvederà a ricontattare l’utente il prima possibile. shampoo.

 

L’elettroencefalogramma dinamico è un esame strumentale che consiste nella registrazione dell’attività elettrica delle cellule cerebrali. Tale registrazione, che è indolore e non invasiva, viene ottenuta posizionando
una cuffietta di tessuto elastico contenente elettrodi di argento sul cuoio capelluto del paziente. L’esame dura 24 ore e può essere effettuato a domicilio o presso il reparto di degenza.
Procedura
Il posizionamento dell’apparecchiatura viene eseguito esclusivamente da tecnici neurofisiopatologi esperti in età evolutiva.
Una volta adagiata la cuffia sul cuoio capelluto del paziente, lo specialista provvede ad inserire attraverso una cannuccia dotata di ago smussato (e quindi senza punta) il gel conduttore sugli elettrodi, in modo da facilitare la registrazione dell’attività elettrica cerebrale. I cavi che collegano gli elettrodi all’elettroencefalografo vengo quindi fissati e messi in sicurezza.
A questo punto, a seconda delle esigenze, il paziente può essere ricoverato in reparto o fare ritorno al domicilio. Durante le 24 ore di registrazione ha libertà di movimento, a patto però di prestare attenzione ai
cavi e alla strumentazione. Il genitore/caregiver deve annotare su un apposito diario (fornito al momento dell’appuntamento) gli eventi più importanti della giornata, come ad esempio il pranzo, la cena, i sonnellini, eventuali episodi critici o dubbi). Se la registrazione viene effettuata a domicilio, una volta passate le 24 ore. il genitore/caregiver deve rimuovere la strumentazione seguendo le indicazioni fornite dal personale tecnico e consegnarla, insieme al diario, in ambulatorio o comunque dove indicato dal personale.
A che cosa serve
L’elettroecenfalogramma dinamico è indicato per la diagnosi di alcune patologie del sistema nervoso centrale, tra cui: perdita di coscienza, sospetta o accertata epilessia, disturbi del sonno, disturbi di memoria o altre manifestazioni transitorie con o senza alterazione dello stato di coscienza.

Prima dell’esame

È bene presentarsi all’esame a stomaco pieno e con i capelli puliti senza aggiunta di prodotti come gel o lacca. Il paziente deve inoltre indossare una maglietta, che rimarrà a contatto con la pelle fino al termine dell’esame, notte inclusa. È quindi consigliabile presentarsi all’appuntamento indossando la suddetta maglietta e una felpa con zip aperta sul davanti, in modo da poter cambiare almeno l’indumento di sopra se necessario.
Se il bambino segue una terapia può continuare ad assumere i farmaci prescritti come tutti gli altri giorni, salvo diversa indicazione medica.
Dopo l’esame
Al termine dell’esame è possibile riprendere immediatamente le normali attività della vita quotidiana. I capelli del bambino rimarranno leggermente umidi e sporchi di gel fino al primo lavaggio con shampoo.

 

Il monitoraggio intensivo VIDEOPROLIGRAFICO è un esame strumentale che prevede la registrazione dell’attività elettrica delle cellule cerebrali e di altri parametri biologici, come l’elettrocardiogramma, lo studio del respiro e della saturazione. Per tutta la durata dell’esame, inoltre, il paziente viene anche ripreso in video, in modo da poter successivamente associare e sincronizzare l’attività cerebrale con i suoi movimenti e le manifestazioni cliniche. La peculiarità di questo test consiste nel fatto che viene eseguito in regime di ricovero presso il nostro reparto di degenza e che può durare diversi giorni (da due notti ad una settimana).
Procedura
Sul corpo del paziente vengono posizionati uno ad uno gli elettrodi necessari a rilevare l’attività elettrica e gli altri parametri indicati. Tali elettrodi vengono fissati sulla cute con garze e colla idrosolubile, e l’attività di preparazione può richiedere anche un’ora per essere completata. Una volta ultimata la procedura può avere inizio il monitoraggio vero e proprio. Il paziente deve rimanere a letto per tutta la durata della registrazione. Può comunque compiere movimenti, e per questo motivo è consigliabile portare con sé oggetti di piccole dimensioni che possano aiutare il bambino a passare il tempo.
A che cosa serve
Nella maggior parte dei casi l’esame viene eseguito per tentare di registrare episodi critici di tipo epilettico o dubbi.
Prima dell’esame
Non occorre alcuna preparazione particolare, ma è bene presentarsi all’esame a stomaco pieno e con il corpo adeguatamente pulito da creme e lozioni. Se il bambino segue una terapia può continuare ad assumere i farmaci prescritti come tutti gli altri giorni.
È consigliabile portare con sé biberon, ciuccio e giocattoli per distrarre e tranquillizzare il piccolo paziente, oltre ad un pigiama comodo. Se necessario è possibile utilizzare il cellulare e apparecchi multimediali per
vedere un video o ascoltare musica.
Dopo l’esame
Nel corso del ricovero possono essere eseguiti altri esami diagnostici. Una volta terminati tutti i test necessari il paziente viene dimesso.

DA RICORDARE:
• Presentarsi all’appuntamento NON a digiuno. Non è necessario interrompere eventuali terapie
farmacologiche in corso
• Presentarsi all’appuntamento con i capelli puliti e senza prodotti applicati
• Portare un giocattolo/libro/ciuccio o biberon personale
• Portare un pigiama possibilmente a tinta unita e non bianco e gli oggetti cari al bimbo per la messa
a letto (ad esempio copertina e peluche preferito)

• Si consiglia di portare oggetti che possano aiutare il bimbo a passare il tempo come giochi di società (purché di piccole dimensioni), libri, apparecchi multimediali per vedere qualche cartone o altro.

Info e contatti
Per ulteriori informazioni, dubbi e chiarimenti è possibile telefonare allo 0512143912 e lasciare un messaggio in segreteria. Il personale sanitario provvederà a ricontattare l’utente il prima possibile.

</div>

Accesso, prenotazione e tempi di attesa

Tempi:

  Ricoverati Esterni Urgenze
attesa per l'accesso Media 1 giorno - Massimo 3 giorni Prenotazioni CUP Nessuna
attesa in sala d'aspetto Media 5 min - Massimo 10 min Media 5 min - Massimo 10 min Nessuna
consegna del referto Media 2 giorni Al momento della visita se abbinato. Media 2 giorni (esclusi i tempi di spedizione postale) immediata

La Prenotazione/accesso all'ambulatorio

Prenotazione esterni

EEG primo accesso:

  • Si prenotano con la ricetta DEL SSN del PLS al CUP (farmacie, call center CUP 800 884888, punti cup metropolitani, c/o pad.25)
  • I pazienti fuori regione possono prenotare una prima visita con la ricetta rossa SSN del PLS telefonando al call-center CUP 800 884888
  •  Il paziente che deve effettuare una visita/prestazione prenotata al cup (prescritta dal PLS), il giorno della visita si deve recare al Pad. 17 per l’accettazione e il pagamento.

EEG controllo 

Per la prenotazione di visite/prestazioni ambulatoriali di controllo prescritte dai pediatri del S. Orsola con ricetta elettronica,  il paziente può:

  • contattare il n. 051 2144946 dal lunedì al venerdì dalle ore 7.30 alle ore 12.
  • recarsi presso il Pad. 17 dal lunedì al venerdì dalle ore 7.30 alle ore 18.00

POLISONNOGRAFI E EEG DINAMICI HOLTER prescrivibili solo su indicazione di uno specialista del ns. reparto tramite ricetta elettronica, il paziente può:

  • contattare il n. 051 2144946 dal lunedì al venerdì dalle ore 7.30 alle ore 12.
  • recarsi presso il Pad. 17 dal lunedì al venerdì dalle ore 7.30 alle ore 18.00

Urgenze differibili: stesse modalità