Dove si trova
-
Contatti

Tel. 051 2143260 dalle ore 9.00 alle ore 11.00

Coordinatore tecnico/
infermieristico
-

La Struttura Semplice Dipartimentale per le Malattie Infiammatorie Croniche Intestinali rappresenta l'evoluzione del Centro di Studio e Cura per le Malattie Infiammatorie Croniche Intestinali attivato negli anni '70 dal Prof. Massimo Campieri.
Rappresenta, oggi, uno dei maggiori centri dedicati alle Malattie Infiammatorie in Italia per il numero dei pazienti afferenti ad esso. La stretta interconnessione, da sempre esistente, tra attività clinica e di ricerca ha permesso non solo di essere sempre all'avanguardia nelle possibilità terapeutiche ma anche di essere parte attiva delle innovazioni cliniche in queste patologie.

La Struttura Semplice Dipartimentale fa parte del “Centro di Riferimento per le Malattie Infiammatorie Croniche Intestinali Regione Emilia-Romagna” coordinato dal Prof. Gilberto Poggioli

Strutture introduzione malattie curate
-
Strutture introduzione visite ed esami
-
Strutture introduzione percorsi di cura
-
Informazioni utili 

Attività assistenziale

La Struttura Semplice Dipartimentale per le Malattie Infiammatorie Croniche Intestinali è costituita dal reparto di degenza ordinaria e dalla struttura ambulatoriale che fa parte integrante del Centro di Riferimento per le Malattie Infiammatorie Croniche Intestinali Regione Emilia-Romagna.

Il reparto di degenza ordinaria è attualmente costituito da 8 posti letto in un reparto comune con altre UUOO. L’attività di degenza è dedicata esclusivamente alle Malattie Infiammatorie Croniche Intestinali già diagnosticate o sospette.

Anche l’attività ambulatoriale è dedicata ai pazienti con Malattie Infiammatorie Croniche Intestinali e si articola in:

  • valutazione clinica sia dei pazienti già in carico all’ambulatorio sia per pazienti nuovi (sono previste fino a 3 prime visite al giorno più eventuali urgenze) riferiti dal territorio o da altri centri;
  • valutazione endoscopica sia mediante endoscopia tradizionale sia mediante enteroscopia videocapsulare;
  • infusione sia di farmaci biotecnologici ad uso ospedaliero sia di ferro o liquidi nei pazienti che lo necessitano e su indicazione dei medici del centro;
  • attività di consulenza presso gli altri reparti di degenza del Policlinico per pazienti con diagnosi certa o sospetta di malattie Infiammatorie Croniche Intestinali.

L’attività ambulatoriale della SSD Malattie Infiammatorie Croniche Intestinali è dedicata all’adulto. All’interno del Centro di Riferimento, tuttavia, vi è l’ambulatorio pediatrico per le Malattie Infiammatorie Croniche Intestinali seguito dalla dott.ssa Alvisi.

Attività di ricerca

È parte fondamentale della attività della SSD. Essa si svolge nell'ambito delle Malattie Infiammatorie Croniche Intestinali nel settore della ricerca di base, della diagnostica, della terapia. I risultati di tale attività sono oggetto di pubblicazioni scientifiche su riviste internazionali.

Attività didattica-formativa

Istituzionale 
Il Prof. Paolo Gionchetti, il Prof Fernando Rizzello ed il Dott Carlo Calabrese svolgono attività didattica nel corso di Laurea Magistrale in Medicina e Chirurgia, nel corso di Laurea in Infermieristica, Fisioterapia, Medicina dello Sport, Odontoiatria

Per esterni
La SSD organizza ogni anno numerosi meeting di aggiornamento e corsi teorico-pratici rivolti a medici specialisti che si occupano di malattie infiammatorie croniche intestinali o che vogliano approfondire questi tempi. Tutti i corsi sono sottoposti alla valutazione ministeriale per l'assegnazione dei crediti ECM. Inoltre, la SSD è spesso coinvolta nelle iniziative della Associazione Malattie Infiammatorie Croniche Intestinali Italia onlus (AMICI) volte a sensibilizzare l’opinione pubblica e le Autorità Regionali e Nazionali sulle problematiche dei pazienti affetti da MICI. Il Prof. Gionchetti fa parte del board medico della Fondazione AMICI-Italia onlus ed il Prof. Rizzello fa parte del Comitato Medico Scientifico della AMICI-Italia onlus.

Patologie

Le Malattie Infiammatorie Croniche Intestinali sono caratterizzate da un processo infiammatorio cronico della mucosa colica (nel caso della colite ulcerosa) o dello spessore della parete intestinale, con distribuzione settoriale, di tutti i segmenti intestinali (nel caso della malattia di Crohn). Il picco di maggiore incidenza cade tra i 20 ed i 30 anni di età senza distinzione di sesso.
L'eziologia è sconosciuta ma sicuramente multifattoriale. Le ipotesi più accreditate indicano una componente genetica che, sotto la spinta della microflora intestinale, di una alterata permeabilità di membrana e di una disregolazione del sistema immunitario mucosale, portano ad un processo infiammatorio che si auto mantiene.
Le strategie terapeutiche si basano su farmaci anti-infiammatori e/o immunosoppressori, adeguandole alle caratteristiche della malattia del singolo paziente. Questo rende ancora più complessa ed articolata la gestione del paziente, dovendo non solo fare le opportune scelte terapeutiche ma anche gestire i potenziali effetti collaterali di terapie immunosoppressive che possono durare anche tutta la vita.
La complessità delle manifestazioni cliniche, le complicanze od il fallimento terapeutico, rendono necessario ricorrere alla chirurgia che, se risulta curativa nella colite ulcerosa, risolve solo la complicanza nella malattia di Crohn.
In entrambi i casi è necessario che un team medico-chirurgico esperto valuti quando è il momento giusto per ricorrere alla chirurgia e stabilisca le possibilità terapeutiche dopo un intervento di risoluzione di una complicanza. Inoltre, le possibili concomitanti manifestazioni extraintestinali, in particolare articolari, cutanee, oculari, metaboliche, endocrine, legate alla malattia o causate dalla terapia, rendono necessario il ricorso ad una serie di specialisti di varie discipline.

Attività in libera professione

Qualora l’utente esterno desideri prenotare una prestazione ambulatoriale in Libera Professione con un nostro Specialista, può farlo attraverso i seguenti canali:

Ogni professionista eroga in giorni e orari concordati con l’Azienda e le tariffe delle prestazioni sono diversificate per ogni specialista. Le tariffe delle prestazioni sono comunicate al momento della prenotazione.
Di seguito l'elenco dei professionisti che svolgono attività in libera professione:

Reparti