Area pediatrica R

Dove si trova
Dove si trova
R
Contatti
Coordinatore tecnico/
infermieristico
-

Offerta assistenziale presso l'area Pediatrica

  • Tecniche di Anestesia Generale e Locoregionale (blocchi periferici e centrali) e monitoraggio secondo Linee Guida (opuscolo informativo)
  • Endoscopia Diagnostica ed operativa (rigida e flessibile) delle vie aeree in età neonatale e pediatrica compresa la rimozione dei corpi estranei e l'incannulamento delle fistole esofagotracheali in Anestesia Generale.
  • Endoscopia Diagnostica ed operativa (rigida) dell'esofago in età neonatale e pediatrica, con particolare riferimento al Trattamento endoscopico delle stenosi del primo tratto delle vie digestive e rimozione dei corpi estranei in Anestesia Generale
  • Gestione endoscopica delle vie aeree difficili e isolamento selettivo dell'albero bronchiale ( posizionamento bloccatori bronchiali.....)
  • Posizionamento CVC per cutaneo (opuscolo informativo)
  • Percorso latex safe
  • Buon uso del sangue con programmazione di Donatore unico
  • Sollievo dal dolore perioperatorio
  • Sollievo dal dolore procedurale (opuscolo informativo)
  • Supporto alle assistenza NIV nei reparti di degenza pediatrica
  • Consulenza nutrizionale (NPT)
  • Accoglienza in Rianimazione Pediatrica (opuscolo informativo)
  • Tecniche di rianimazione (ventilazione convenzionale, HFO, NO.... Monitoraggio emodinamico.......)
  • Gestione delle urgenze emergenze
Informazioni utili 

Attività dedicata ai pazienti da sottoporre ad intervento chirurgico in età pediatrica

L'attività assistenziale garantisce tecniche di Anestesia Generale, Locoregionale, Sedazione con:

  • Il medico anestesista che effettua la visita preoperatoria fornisce tutte le informazioni richieste.
  • Il medico insieme al personale infermieristico può effettuare, previo accordo e in relazione alle attività di sala, la visita della Sala Operatoria con i pazienti operandi in età scolare accompagnati dai genitori, fornendo spiegazioni semplici atte a sdrammatizzare l'impatto con il particolare ambiente
  • Formulazione di un giudizio di operabilità e quindi di rischio anestesiologico , che consente :
  1. Preparazione adeguata del paziente (consenso,.. premedicazione)
  2. l'informazione ai tutori legali con acquisizione del
  3. Consenso/Dissenso informato
  4. Il giorno dell'intervento, un genitore accompagna il bambino in Sala Operatoria ed assiste all'induzione dell'anestesia generale fino alla perdita della coscienza
  5. Esecuzione della procedura pianificata fino al termine dell'intervento con esecuzione di
  6. Monitoraggio invasivo e non,
  7. Procedure latex safe
  8. Riscaldamento del paziente
  9. Procedure dedicate al sollievo dal dolore post-operatorio

Nel post-operatorio vengono

  • indicati i parametri da sorvegliare dedicati con particolare attenzione al sollievo dal dolore
  • proposti i trattamenti necessari con sorveglianza diretta e con disponibilità su chiamata

Sala Operatoria

Nel blocco operatorio, che è dotato di 2 sale operatorie, si effettuano anestesie per interventi su  pazienti  pediatrici (0-14 anni).

La Sala Operatoria è attiva per 5 sedute settimanali dal lunedì al venerdì (ore 8.00-14). Tutte le sedute vengono effettuate dalla Chirurgica Pediatrica

  • La II sala operatoria è attiva  per 5 sedute settimanali (ore 8-13).
  • Oltre all'attività anestesiologica per interventi di elezione, nel blocco operatorio pediatrico sono eseguite:
    • anestesie per interventi di urgenza, in quanto la UO di Chirurgica Pediatrica è sempre di accettazione
    • Rimozione dei Corpi estranei dalle vie respiratorie ed esofagee in AG
    • Posizionamento di CVC
    • Endoscopie diagnostiche terapeutiche e di controllo

Attività dedicata ai pazienti con patologie oncologiche ematologiche da sottoporre a procedure medico invasive in età pediatrica

Esiste codificato un percorso dipartimentale (IODIP 02) che assicura in ambiente idoneo procedure di sedoanalgesia per procedure medico invasive (puntura lombare, prelievo midollare..)

Anche in conformità alle linee di comportamento Regionali.

Il percorso prevede l'applicazione di tecniche non farmacologiche e farmacologiche (Opuscolo informativo)