Settore di Sierologia Infettivologica R

Dove si trova
R
Contatti
Coordinatore tecnico/
infermieristico
-


Il settore di Sierologia infettivologica esegue la diagnosi sierologica di infezione da batteri, miceti e parassiti, con particolare attenzione alle infezioni congenite e la quantizzazione dei virus delle epatiti B e C.

 Personale

Nei laboratori della Sierologia Infettivologica operano tre specialisti (medici/biologi) del SSN, 6 tecnici ospedalieri e un tecnico a contratto

Attività

Ogni giorno vengono processati oltre 900 materiali biologici.

Il numero di esami per anno si aggira intorno alla cifra di 630.000

Il settore esegue

  • lo screening sierologico di primo livello e indagini sierologiche di secondo e terzo livello
  • tutte le attività di gestione informatica del laboratorio e in particolare
    • statistiche di produzione
    • configurazione e gestione informatica di nuovi test 
    • implementazione di regole di appropriatezza prescrittiva
    • interfacciamento con gli utenti esterni mediante programmi informatici (CUP, SOLE, PS, ecc.)
    • gestione degli aggiornamenti dei supporti informatici e configurazione degli strumenti analitici
  • la gestione delle urgenze di sierologia infettivologica, durante l’orario di servizio, quali
    • indagini sierologiche su donatori d’organo
    • gestione degli infortuni del personale venuto in contatto con materiale biologico potenzialmente infetto
    • “codici parto”
  • continua attività di collaborazione con i clinici per
    • ottimizzazione dei percorsi diagnostici e di monitoraggio delle infezioni da Epatite B, C, e Delta
    • studio dell’insorgenza di mutazioni associate a farmaco-resistenza nei pazienti infetti da virus dell’epatite B e C
    • applicazione dei percorsi diagnostici delle infezioni congenite da treponema Pallidum e Toxoplasma gondii

 Il settore si avvale di

  • test in chemiluminscenza, immunoenzimatici, di immunofluorescenza e agglutinazione per la ricerca indiretta di antigeni o anticorpi specifici
  • test colturali per la ricerca di Mycoplasmi urogenitali
  • test di Immuno Blot per la conferma di positività per l’Epatite C, Borrelia burgdorferi e nell’ambito delle infezioni congenite di Toxoplama gondii, Treponema pallidum.
  • test di biologia molecolare in realtime PCR per la quantificazione di DNA e RNA dei virus delle Epatiti B, C, e Delta, per la ricerca del DNA di Chlamydia e Gonococco nelle infezioni sessualmente trasmesse, e del Toxoplasma gondii.
  • test biomolecolari (InnoLipa) per la determinazione dei genotipi di HCV
  • sequenziamento per l’identificazione di mutazioni dei genomi di HBV e HCV, associate a farmaco resistenza.
Informazioni utili 

Attività di ricerca e formazione

Attività di ricerca

  • Valutazione delle caratteristiche delle infezioni extra-genitali da Chlamydia trachomatis e Neisseria gonorrhoeae;
  • Studi di prevalenza delle infezioni da Treponema pallidum;
  • Valutazione del percorso diagnostico delle infezioni congenite da Treponema pallidum e Toxoplasma gondii;
  • Studi di analisi filogenetica per Epatite Delta;
  • Ricerca di nuovi parametri biomolecolari nello studio dell’Epatite B;
  • Partecipazione alla rete nazionale Vironet, per lo studio delle resistenze ai nuovi farmaci (DAA) per l’Epatite.

 Attività di formazione

L’attività di formazione è rivolta a medici, biologi e tecnici di laboratorio (pre e post laurea), a specializzandi in Microbiologia e Virologia, Patologia Clinica e Anatomia Patologica. 

Centro di Riferimento

Il Settore è Centro Regionale per le Farmaco –Resistenze nei confronti di HCV (L. RER n.321 del 26.10.2016)