Reparto Degenza
Unità operativa:
R

Dove si trova
Dove si trova
R
Contatti

La "mission" del Reparto di Degenza è quella
di provvedere, con ricoveri tendenzialmente brevi, al trattamento di fasi acute
di patologie vascolari, trombotiche o emorragiche, che spesso richiedono una
diagnostica e un trattamento iniziale tempestivo e aggressivo (ad es.
anticoagulante, antidolorifico, emostatico, ecc) o interventistico vero e
proprio. I pazienti sono poi avviati, se possibile,  a proseguire
ambulatorialmente il trattamento.

Informazioni utili 

Sedi: Padiglione 2, terzo piano - reparto programmatiResponsabile di reparto:Filippini M., Favaretto E.Coordinatore tecnico infermieristico:Fava M.Ricoveri posti di letto e tempi di attesa: Ricovero urgente 
Può
avvenire secondo le seguenti modalità:
deciso da un medico del Pronto Soccorso, con o senza
consulenza specialisticadeciso da medico angiologo nell'ambito dell'attività
dell'Ambulatorio Urgenze Vascolari" collegato con il PRONTO SOCCORSOdeciso da medico angiologo nell'ambito dell'attività
ambulatoriale divisionale
Ricovero
programmato 
può
avvenire secondo le seguenti modalità:
predisposto da un medico della U.O. dopo visita specialistica
in ambulatorio divisionalepredisposto da un medico della U.O. dopo visita specialistica
in regime di libera professione presso ambulatorio intra o extra Aziendapredisposto da un medico della U.O. dopo essere stato
contattato telefonicamente da un collega che gli ha presentato il caso
Trasferimento
da altre Unità Operative 
Tramite
consulenza richiesta secondo la Procedura Aziendale.
I
reparti da cui afferiscono un maggior numero di pazienti in Angiologia sono:
Medicina D’Urgenza, Geriatrie, Medicine Interne.
Note
tempi di attesa:
I
tempi di attesa per il ricovero

Patologie

Tempi
medi di attesa per il ricovero

TVP

0

Embolia Polmonare

0

TIA e Malattie cerebrovascolari

0-30

I
tempi di attesa per la degenza

Patologie

Tempi medi di degenza (in gg)

TVP

6

Embolia Polmonare

6

TIA e Malattie
cerebrovascolari

5.5

Patologie
emorragiche (congenite/acquisite), complicanze cliniche

30