Ambulatorio Endoscopico R

Contatti

Tel. 051 2143328 - Fax: 051 2144207 - E-mail

Coordinatrice Elisabetta Vecchi Tel. 051 2143245 E-mail
Dott. Lecce 051 2143703 E-mail
Dott.ssa Cuicchi 051 2144279 E-mail

Coordinatore tecnico/
infermieristico
-

L'ambulatorio endoscopico si occupa delle seguenti prestazioni:

  • rettoscopie rigide
  • pancolonscopie
  • colonscopie (preparazione)
  • colonscopie transtomali
  • retto-sigmoidoscopie
  • biopsie endoscopiche
  • polipectomie endoscopiche
  • marcature di polipi con inchiostro di china

Per le endoscopie è sempre necessaria una preparazione intestinale che viene fornita allo sportello di prenotazione CUP, direttamente presso l’ambulatorio o è consultabile on-line.
Durante l’indagine endoscopica è possibile che il piaziente riceva, su indicazione del medico esaminatore, l'iniezione di un farmaco miorilassante, di un antidolorifico o di un blando sedativo. Non vengono eseguite endoscopie in anestesia generale.
Prima dell’indagine il paziente deve firmare un modulo per il consenso informato dopo essere stato aggiornato dal medico responsabile su tutte le informazioni inerenti l'esame. In caso di prelievo bioptico o di polipectomia, al paziente viene inoltre consegnato un modulo in cui sono riportate le modalità per il ritiro del referto istologico.
Per ulteriori informazioni sulla colonscopia è possibile consultare l'informativa allegata.

 

 

Informazioni utili 

Acceso e prenotazioni

Modalità di prenotazione

 

  • Tramite CUP, secondo le seguenti modalità:
    • direttamente ad un qualsiasi sportello CUP, con impegnativa medica
    • in farmacia, con impegnativa medica
    • telefonicamente al numero verde del CUP: 800884888
    • sul sito internet del CUP: www.cup2000.it

 

Sia per le prenotazioni tramite CUP che per quelle telefoniche è richiesta l’impegnativa del medico di base.

 

Processi/Percorsi

PROGRAMMA DI CHEMIO-RADIOTERAPIA NEOADIUVANTE, CHIRURGIA E CARATTERIZZAZIONE BIOLOGICA DEL CARCINOMA DEL RETTO
E' un percorso aziendale per la diagnosi e la terapia combinata multidisciplinare del carcinoma del retto distale. Prevede la fase di stadiazione in cui la neoplasia viene caratterizzata biologicamente e stadiata, la fase di trattamento neoadiuvante mediante radioterapia e chemioterapia, la fase di ristadiazione in cui viene rivalutato lo stadio della neoplasia dopo il trattamento preoperatorio, la fase della terapia chirurgica e la fase postoperatoria di follow up.

La nostra Unità Operativa svolge un ruolo importante sia nella parte diagnostica che in quella terapeutica. In particolare, nella fase di stadiazione esegue endoscopie del colon con biopsia della lesione per la caratterizzazione biopatologica della neoplasia, l'ecografia transrettale per la valutazione dell'altezza della lesione, delle dimensioni, del grado di infiltrazione parietale e dello stato dei linfonodi perirettali ed infine la manometria ano-rettale per la valutazione funzionale del retto e degli sfinteri anali prima del trattamento.
Nella fase di ristadiazione ripete l'ecografia transrettale e lamanometria per valutare gli effetti del trattamento neoadiuvante sulla neoplasia e sulla funzionalità ano-rettale.

Nella fase terapeutica vera e propria esegue l'intervento chirurgico resettivo sul retto (resezione anteriore, amputazione addomino-perineale, escissione transanale).

Durante il follow up postoperatorio l'U.O. esegue l'ecografia transanale e la rettoscopia per l'individuazione precoce di eventuali recidive e la manometria ano-rettale per lo studio dei risultati funzionali dopo chirurgia resettiva rettale.