Misure anticovid19 - accesso in ospedale

Per proteggerci dal Covid-19, sono necessari regole e percorsi per l'accesso nei reparti e negli ambulatori del Policlinico.

Green Pass - Certificazione Verde

CONTROLLO GREEN PASS – CERTIFICAZIONE VERDE

Per il controllo del Green Pass il Policlinico ha adottato un sistema di lettura automatico posizionato all'ingresso dei 17 Padiglioni principali e che prevede, dopo la lettura della certificazione verde, sia essa cartacea o digitale, il rilascio di uno scontrino necessario per accedere ai reparti e agli ambulatori che ne richiedono il possesso. Lo scontrino deve essere presentato al personale sanitario al momento dell’ingresso in reparto e negli ambulatori, ha validità giornaliera e pertanto non va acquisito in ogni lettore.

INDICAZIONI

PER L’UTENZA - ricoveri e attività ambulatoriali -

Il possesso del Green Pass non è un requisito d'accesso: non è richiesto il controllo per accedere alle prestazioni sanitarie, ovvero: ricovero, prestazioni ambulatoriali e diagnostiche.

PER GLI ACCOMPAGNATORI, I CAREGIVERS E I VISITATORI

Il Green Pass in corso di validità è necessario per accedere alle strutture ospedaliere.

Il Green Pass rilasciato è valido sulla base delle seguenti modalità:

- a seguito della somministrazione della dose di richiamo (booster) successivo al ciclo vaccinale primario o a seguito della somministrazione di due vaccinazioni e dell’avvenuta guarigione da meno di 120.

 - a seguito del completamento del ciclo vaccinale primario o dell'avvenuta guarigione, unitamente a una certificazione che attesti l'esito negativo del test antigenico rapido o molecolare eseguito nelle 48 ore precedenti l'accesso.

PRONTO SOCCORSO (GENERALE E SPECIALISTICI)

E’ consentito agli accompagnatori dei pazienti non affetti da COVID-19, muniti delle Certificazioni verdi COVID-19 (anche se ottenute tramite test antigenico rapido nelle ultime 48 ore) di accedere alle sale di attesa.

Nel caso l’accompagnatore/caregiver non sia in possesso di Certificazione verde COVID-19 soprariportata, l’accesso dovrà essere subordinato all’esito negativo di test antigenico da effettuarsi eventualmente presso il Pronto Soccorso di accettazione.

Non è consentito l’accesso di visitatori/accompagnatori/caregivers all’interno dell’area assistenziale (compreso l’OBI) se non per i casi particolari sotto riportati.

PRONTO SOCCORSO PEDIATRICO

In Pronto Soccorso Pediatrico è consentito l’ingresso di un solo accompagnatore per ciascun minore, in possesso di certificazione verde Covid-19 a seguito di tampone negativo. Qualora l’accompagnatore ne sia sprovvisto, il tampone sarà eseguito in fase di accettazione.

La permanenza in Osservazione Breve Intensiva (OBI) da parte di un genitore o persona di riferimento, è consentita per tutta la durata della degenza del minore.

OSTETRICIA E SALA PARTO

In Ostetricia è consentita la presenza del/la partner o di una persona di riferimento per la donna nelle ore diurne, in possesso di certificazione verde Covid-19 secondo i requisiti soprariportati, in un unico accesso giornaliero e per un massimo di un’ora, secondo le indicazioni del personale sanitario. È vietato l’ingresso alle persone minori.

In Sala parto è consentita la presenza del partner o di una sola persona di riferimento (sempre la stessa), per tutta la durata del travaglio e dell’immediato post-partum. L’accompagnatore dovrà essere in possesso della certificazione Verde secondo i requisiti soprariportati o eseguire un tampone al momento dell’ingresso in Sala parto, con esito negativo. In caso di puerpera positiva, è consentita la presenza del partner o di una persona di riferimento, che non risultino contatti stretti, in possesso di certificazione verde Covid-19 secondo i requisiti soprariportati e opportuna vestizione con gli adeguati dispositivi di protezione individuale (DPI).

REPARTI OSPEDALIERI NON COVID

L’accesso di visitatori/accompagnatori/caregivers alle strutture ospedaliere è consentito solamente ai soggetti in possesso di Certificazione Verde COVID-19, secondo i requisiti soprariportati.

L’organizzazione degli accessi dovrà essere gestita anche prevedendo una limitazione al numero divisitatori e accompagnatori per singolo paziente, sulla base di valutazioni di natura logistica, ma garantendo in ogni caso un accesso minimo giornaliero di almeno un visitatore/accompagnatore/caregiver per un tempo non inferiore ai quarantacinque minuti.

REPARTI OSPEDALIERI COVID

Gli accessi dei visitatori nelle stanze COVID sono consentiti a un visitatore per degente in funzione dell’assetto logistico del reparto secondo le valutazioni del rischio da parte del personale in servizio. Tutti i visitatori dovranno essere informati dal personale sul corretto utilizzo dei DPI e sulle pratiche igienico-comportamentali previste.

Ai visitatori dei reparti COVID si applicano le stesse regole relativamente al possesso di Certificazione Verde COVID-19 secondo i requisiti soprariportati e anche per i casi particolari. Al fine di garantire la salute dei visitatori, è consigliato l’accesso ai soli soggetti che abbiano eseguito il ciclo vaccinale primario anti-COVID-19 e successivo richiamo.

AMBULATORI E AREE NON DESTINATE A RICOVERO

L’accesso di accompagnatori di pazienti presso tali strutture è sempre consentito purché in possesso di Certificazione Verde COVID-19, secondo i requisiti soprariportati, ma limitato a una sola persona, a meno che non siano presenti condizioni tali da richiedere l’accesso di più di un accompagnatore.

CASI PARTICOLARI

In considerazione della particolare fragilità di alcune categorie di pazienti ricoverati, sulla base di specifiche valutazioni attinenti al rischio clinico, viene rimandata ai Direttori delle Unità operative l'opportunità di non autorizzare l'ingresso ai visitatori nei reparti che gestiscono prevalentemente pazienti immunodepressi e trapiantati ovvero: oncologia, degenze connesse all’attività di trapianto, ematologia e Unità operative di degenza per pazienti immunocompromessi.

È sempre consentito, però, l’accesso a ogni reparto per accompagnatori e caregivers di:

pazienti minori;

donne in gravidanza anche nella fase di travaglio/parto e post-partum;

pazienti in possesso del riconoscimento di disabilità con connotazione di gravità ai sensi dell’art. 3,comma 3, della Legge 5 febbraio 1992, n. 104;

pazienti in fine vita;

grandi anziani (ultraottantenni) allettati;

in presenza di barriere linguistiche.

Nel caso l’accompagnatore/caregiver, per i casi particolari di cui sopra, non sia in possesso di Certificazione verde COVID-19 sopra richiamata, l’accesso dovrà essere subordinato all’esito negativo del test diagnostico eseguito nelle 48 ore precedenti l'accesso.

Mascherina facciale

In Ospedale è obbligatorio indossare sempre una mascherina chirurgica che copra naso e bocca.

Igiene delle mani

In Ospedale sono a disposizione dispenser con soluzione disinfettante, da utilizzare al primo accesso e successivamente durante la permanenza. Si ricorda che è bene evitare di toccarsi occhi, naso e bocca con le mani.

Distanza di sicurezza

In tutti gli spazi interni ed esterni dell'Ospedale va rispettata la distanza di sicurezza di almeno un metro dalle altre persone. Si richiede anche il rispetto delle file e delle indicazioni per le sedute nelle sale d'attesa.

Rispetto degli orari

Per evitare assembramenti all'interno delle strutture dell'Ospedale è importante rispettare l'orario dell'appuntamento, arrivando circa 15 minuti prima della visita.