Ambulatori Nefrologici R

Dove si trova
R
Contatti

Ambulatorio nefrologico di presa in carico

E’ deputato alla valutazione dei pazienti con problematiche renali che necessitino di una valutazione nefrologica specialistica. L’invio a tale ambulatorio è solitamente richiesto con prenotazione tramite sistema sanitario nazionale da medici di medicina generale o da medici specialisti che ravvedano l’indicazione ad un riferimento nefrologico per la diagnosi e la cura di anomalie urinarie, nefropatia ipertensiva, nefropatia diabetica, glomerulonefriti, patologie renali genetiche, studio di litiasi renale, malattia renale cronica. Grazie a queste prime valutazioni lo specialista nefrologo sarà in grado di valutare quali esami diagnostici sono più opportuni per la individuazione delle patologie che possono essere la causa della problematica renale del paziente e creare un percorso, ambulatoriale e in regime di ricovero che si possa concludere con la prescrizione delle terapie più adeguate al caso in esame. Il paziente verrà poi seguito, se necessario, dallo specialista nefrologo con un percorso ambulatoriale dedicato alla patologia individuata, tramite prenotazione interna che gli verrà consegnata al termine di ogni valutazione.

Ambulatorio PIRP

In questo ambulatorio vengono seguiti i pazienti che necessitano di un monitoraggio clinico specialistico nefrologico per rallentare la progressione della malattia renale cronica. In particolar modo verranno individuate e trattate le patologie concomitanti che hanno una influenza negativa sulla perdita di funzione renale nel tempo come l’ipertensione, l’anemia, l’iperuricemia, l’iperparatiroidismo secondario, il sovraccarico idrico. Inoltre potrà essere prescritta, con l’ausilio di una valutazione dietologica, uno schema dietetico personalizzato per accompagnare ogni stadio di patologia renale con le scelte alimentari corrette che minimizzino la necessità di intervento farmacologico e limitino l’insorgenza di sintomi correlati all’uremia.

Ambulatorio glomrulonefriti

In questo ambulatorio sono seguiti i pazienti affetti da una malattia renale immunomediata, inviati dallo specialista. Tramite le valutazioni ambulatoriali periodiche dei pazienti verranno gestite le terapie immunosoppressive e/o aferetiche che, secondo i più moderni studi di letteratura e le più attuali linee guida possono evitare o rallentare la progressione della patologia verso l’insufficienza renale cronica. Le valutazioni ambulatoriali sono utili infatti a valutare la necessità di stadiazione della malattia, anche tramite il ricorso alla biopsia renale, o la comparsa di segni precoci di recidiva di malattia che necessiti di un potenziamento terapeutico. Verranno inoltre gestite le terapie di supporto necessarie a controllare i fattori di rischio che accompagnano le patologie glomerulari, in autonomia o, nei casi più complessi in accordo con altri specialisti dedicati.

Ambulatorio malattie renali genetiche

In questo ambulatorio verranno valutati, inviati dallo specialista nefrologo o genetista, i pazienti che presentano una malattia renale a trasmissione genetica. Tali quadri patologici possono necessitare di un inquadramento famigliare che viene effettuato congiuntamente allo specialista genetista clinico.  Nel corso di tale valutazione potranno essere prescritti ed eseguiti prelievi per i test genetici opportuni per una definizione specifica di patologia.  La valutazione porterà inoltre alla prescrizione di approfondimenti diagnostici volti ad una definizione precisa di patologia. I pazienti affetti da malattia policistica epatorenale verranno sottoposti agli esami strumentali necessari per la stadiazione della malattia tramite la gli score MAYO e PRO-PKD utili ad identificare i pazienti candidabili a trattamenti specifici, ad esempio con Vaptani. I pazienti in terapia vengono seguiti mensilmente con esami ematici e urinari e valutazioni cliniche per monitorare la buona risposta alla terapia farmacologica.

Ambulatorio metabolismo minerale

La malattia renale cronica è spesso associata a problematiche patologiche ossee legate alle alterazioni ormonali del metabolismo della vitamina D secondarie all’insufficienza renale (malattia ad alto turnover, malattia dinamica dell’osso…). A tali quadri può associarsi un quadro di demineralizzazione ossea che ne aumenta la fragilità esponendo il paziente a rischio di fratture. In questo ambulatorio i pazienti, inviati dallo specialista nefrologo o endocrinologo, previa esecuzione degli esami fondamentali per la stadiazione, vengono valutati per questi aspetti di patologia, individuando i trattamenti farmacologici più indicati per la cura del quadro specifico.

Ambulatorio onco-nefrologia

I pazienti affetti da malattia neoplastica ematologica e tumori solidi in terapia specifica possono spesso presentare coinvolgimento renale secondario alla malattia o nefrotossicità legata alla terapia in corso con alterazioni della funzionalità renale e sviluppo di anomalie urinarie. I pazienti vengono inviati presso questo ambulatorio dallo specialista ematologo e oncologo previa esecuzione di esami ematici. Dopo valutazione nefrologica il paziente viene avviato a ricovero ospedaliero presso il nostro reparto se necessita di indagine istologica di approfondimento o prosegue regolari follow up cadenzati sulla base delle necessità cliniche. L’ambulatorio fornisce inoltre continuità assistenziale a favore di pazienti affetti da mieloma multiplo con precedenti necessità aferetiche.

Ambulatorio rene e gravidanza

Le donne in gravidanza che sviluppano complicanze di pertinenza nefrologica (ipertensione gestazionale, gestosi gravidica, ecc) vengono valutate periodicamente in questo ambulatorio per  la diagnosi e la cura di questi aspetti patologici. Le valutazioni vengono richieste da lo specialista nefrologo o ginecologo. Tali controlli seguono anche dopo l’espletamento del parto fino alla stabilizzazione del quadro clinico. Nell’ambulatorio vengono inoltre seguite le donne che presentano fattori di rischio per l’insorgenza di complicanze gravidiche nefrologiche (malattie renali pre-esistenti, insufficienza renale pre-esistente, malattie reumatologiche).

Ambulatorio complicanze renali in corso di HIV

L’infezione da HIV grazie alle terapie antiretrovirali più recenti è diventata in molti casi un quadro patologico cronico che spesso è però complicato da coinvolgimento renale. Molti sono gli aspetti di coinvolgimento renale in corso di infezione HIV: la patologia può coinvolgere direttamente le strutture renali o indirettamente in conseguenza del coinvolgimento di altri organi o apparati o della terapia farmacologica. Le valutazioni specialistiche nefrologiche, richieste dallo specialista infettivologo, sono volte ad individuare il quadro specifico per individuare i quadri che necessitano di valutazione istologica, impostare le migliori cure per evitare la cronicizzazione del danno ove possibile o rallentarne la progressione.

Informazioni utili