Infertilità e procreazione medicalmente assistita

Dove si trova
-
Contatti
Coordinatore tecnico/
infermieristico
-

La SSD di Infertilità e Procreazione Medicalmente Assistita diretta dalla Prof. Eleonora Porcu è una struttura finalizzata alla diagnosi e alla terapia della Infertilità/Sterilità del singolo e della coppia e alla realizzazione delle Tecniche e delle Procedure di Procreazione Assistita.

La SSD di Infertilità e PMA si struttura all'interno del Dipartimento della Donna, del Bambino e delle Malattie Urologiche, e persegue l'obiettivo di salvaguardare la Funzione Riproduttiva del Singolo e delle Coppie, nella più ampia accezione del termine e con l'impiego di tutte le possibilità mediche, chirurgiche e tecnologiche oggi esistenti e si articola su più ambiti  e piani all'interno del Padiglione di Ginecologia ed Ostetricia (Padiglione n.4), avvalendosi di personale medico, ostetrico, infermieristico, di laboratorio ed amministrativo.

Si avvale organizzativamente per le sue finalità, di più strutture funzionali: strutture  Ambulatoriali, di Degenza, di  Sala Chirurgica e di Laboratorio e persegue Vision e Mission direttamente derivate da quelle del Dipartimento, in particolare:

  • Costituire per l’azienda e per il Dipartimento una struttura altamente specializzata nell’ambito dell’infertilità e della PMA omologa ed eterologa, garante del rispetto della legge N 40/2004 e punto di riferimento per la paziente e per le coppie che si rivolgono all’AOU per tali problematiche
  • Sviluppare l’attività di Procreazione Medicalmente Assisitita all’interno dell’Azienda, mediante la realizzazione di percorsi strutturati per la paziente e la progettazione e implementazione di processi di innovazione orientati a divenire un riferimento a livello regionale e nazionale.

Per le patologie complesse è assicurata sempre una gestione multidisciplinare, utilizzando competenze presenti nel Dipartimento, ma anche extra-Dipartimentali ed extra-Aziendali; per alcune di queste, viene realizzata una presa in carico diretta da parte del settore competente.

Nel percorso clinico assistenziale della Infertilità/Sterilità del singolo e della coppia particolare attenzione  è dedicata alla preservazione della fertilità (maschile e femminile) e al benessere psicologico della donna e della coppia.

L’assistenza psicologica viene garantita in maniera sistematica e strutturata.

Il Servizio Sociale Ospedaliero, presente nella struttura e disponibile a richiesta secondo le esigenze individuate, provvede al collegamento con i Servizi Sociali territoriali dell’area di residenza dei pazienti.

L'accesso alla struttura avviene secondo una organizzazione personalizzata ed autonoma.
Le modalità di prenotazione sono differenti ed assegnate ad un Ufficio Accettazione specificamente preparato ed organizzato.
L'assistenza e la gestione dei percorsi Clinico/Sanitari avvengono con il ricorso a comportamenti personalizzati da parte dei Medici, dei Biologi e del Personale Sanitario/Amministrativo di appoggio e che tengono conto della peculiarità delle patologie trattate.

Strutture introduzione equipe medica
-
Strutture introduzione malattie curate
-
Strutture introduzione visite ed esami
-
Strutture introduzione percorsi di cura
-
Informazioni utili 

Percorso necessario per accedere alla SSD Infertilità e PMA, alle procedure mediche e alle differenti tecniche di PMA omologa ed eterologa

La donna, l'uomo, la coppia devono seguire i seguenti percorsi, differenti in relazione alle differenti necessità e tecniche:

a) In caso di Indagini preliminari sulla infertilità maschile, femminile e di coppia
Prima Visita per diagnosi Sterilità Ambulatori Sterilità

b) In caso di Inseminazione Intrauterina con superovulazione o senza superovulazione

  • Prima Visita Infertilità; Ambulatori Sterilità
  • Seconda Visita Infertilità; Ambulatori Sterilità
  • Visita di programmazione PMA; Ambulatori di PMA
  • Monitoraggio del trattamento; Ambulatori del Monitoraggio
  • Consegna Liquido seminale; Sala Chirurgica PMA
  • Trasferimento spermatozoi; Sala Chirurgica PMA
  • Visita Prosecuzione iter/ Consulenza utenti in trattamento e post trattamento

c) In caso di Fecondazione Extracorporea (Fivet-ICSI)

  • Prima Visita Infertilità; Ambulatori Sterilità
  • Seconda Visita Infertilità; Ambulatori Sterilità
  • Visita di programmazione PMA; Ambulatori di PMA
  • Monitoraggio del trattamento; Ambulatori del Monitoraggio
  • Visita anestesiologica ; Ambulatori Anestesiologia
  • Ricovero Ospedaliero DH; Reparto DH
  • Consegna Liquido seminale; Sala Chirurgica PMA
  • Prelievo Ovocitario; Sala Chirurgica PMA
  • Trasferimento embrioni; Sala Chirurgica PMA
  • Visita Prosecuzione iter/ Consulenza utenti in trattamento e post trattamento

d) In caso di Scongelamento e Inseminazione di Ovociti Crioconservati

  • Visita di programmazione PMA; Ambulatori di PMA
  • Monitoraggio del trattamento; Ambulatori del Monitoraggio
  • Consegna Liquido seminale; Sala Chirurgica PMA
  • Trasferimento embrioni; Sala Chirurgica PMA
  • Visita Prosecuzione iter/ Consulenza utenti in trattamento e post trattamento

e) In caso di Scongelamento e Trasferimento Embrioni Crioconservati

  • Visita di programmazione PMA; Ambulatori di PMA
  • Monitoraggio del trattamento; Ambulatori del Monitoraggio
  • Trasferimento embrioni; Sala Chirurgica PMA
  • Visita Prosecuzione iter/ Consulenza utenti in trattamento e post trattamento

f) In caso di Preservazione della Fertilità Femminile

  • Prima Visita e Seconda Tutela della Fertilità; Ambulatori Sterilità
  • Visita di programmazione Crioconservazione gameti; Ambulatori di PMA
  • Monitoraggio del trattamento; Ambulatori del Monitoraggio
  • Visita anestesiologica ; Ambulatori Anestesiologia
  • Ricovero Ospedaliero DH; Reparto DH
  • Prelievo Ovocitario; Sala Chirurgica PMA
  • Stoccaggio criobanca gameti; Laboratorio PMA
  • Visita Prosecuzione iter/ Consulenza utenti in trattamento e post trattamento

g) In caso di Preservazione della Fertilità Maschile

  • Prima Visita e Seconda Tutela della Fertilità; Ambulatori Sterilità
  • Visita di programmazione Crioconservazione gameti; Ambulatori di PMA
  • Consegna Liquido seminale; Sala Chirurgica PMA
  • Stoccaggio criobanca gameti; Laboratorio PMA
  • Visita Prosecuzione iter/ Consulenza utenti in trattamento e post trattamento

h) Documentazione Rilasciata all’utente

  • Relazione Finale Procreazione Medicalmente Assistita Fecondazione Intracorporea con Inseminazione Intrauterina Omologa/Eterologa:
    La Relazione Finale descrive la terapia effettuata, la risposta ovarica, endometriale ed ormonale, le caratteristiche del liquido seminale rilasciato a termine della inseminazione intrauterina.
  • Relazione Procreazione Medicalmente Assistita fecondazione extracorporea Omologa/Eterologa:
    La Relazione Finale descrive la terapia effettuata, la risposta ovarica, endometriale ed ormonale, le caratteristiche della superovulazione, il numero degli ovociti e di embrioni ottenuti e trasferiti nell'utero o sottoposti a crioconservazione, il numero di ovociti congelati ed eventuali Embrioni crioconservati
  • Relazione Procreazione Medicalmente Assistita Fecondazione Extracorporea con Ovociti Scongelati Omologa/Eterologa:
    La Relazione Finale descrive la terapia effettuata, la risposta, endometriale ed ormonale, il numero degli ovociti scongelati, il numero di embrioni ottenuti e trasferiti nell'utero, il numero di ovociti crioconservati residui
  • Relazione Procreazione Medicalmente Assistita Fecondazione Extracorporea con Embrioni Scongelati Omologa/Eterologa:
    La Relazione Finale descrive la terapia effettuata, la risposta, endometriale ed ormonale, il numero di embrioni scongelati, il numero di embrioni trasferiti nell'utero, il numero di embrioni crioconservati residui.
  • Lettera di Dimissione:
    Nella Lettera di Dimissione vengono riportati, oltre ai dati anagrafici della paziente e numero di archivio della cartella, la diagnosi di dimissione, la descrizione dell'intervento e le terapie e le indicazioni per il decorso post-operatorio.

Accesso al percorso per la diagnosi di sterilità

La paziente, il paziente o la coppia accede al percorso di diagnosi di sterilità prenotano una Prima Visita Infertilità Omologa/Eterologa presso l'Ambulatorio per la Sterilità dove vengono valutati tutti gli accertamenti già effettuati, completati eventuali esami necessari, tracciato il profilo diagnostico/terapeutico per il superamento della Sterilità

Accesso al percorso di procreazione medicalmente assistita omologa

  1. Prima Visita Infertilità Omologa
    La paziente, il paziente o la coppia prenotano una Prima Vista Infertilità presso l’ambulatorio di Infertilità e PMA dove vengono valutati tutti gli esami già effettuati, completati eventuali esami necessari, tracciato il profilo diagnostico/terapeutico per il superamento della Sterilità.
  2. Seconda Visita Infertilità Omologa
    Possono accedere alla Seconda Visita Infertilità gli utenti che hanno eseguito la prima visita infertilità ed in possesso dei referti degli esami prescritti nel corso della prima visita di infertilità, per definire il trattamento più appropriato e accedere all’inserimento in Lista di Attesa Informatizzata (LAT).
    Gli utenti dovranno prenotare una seconda visita di infertilità presso l’ambulatorio di Infertilità e PMA.
    Al termine della seconda visita infertilità il medico provvede alla registrazione nella lista di attesa (LAT) con la diagnosi e il trattamento prescelto e la data presunta di trattamento.
    L’immissione in lista di attesa consentirà l’esecuzione di un singolo trattamento, da intendersi concluso solo in caso di esecuzione del trasferimento embrionale in utero.

A) Percorso Fecondazione Extracorporea Omologa

  1. Convocazione dalla Lista di Attesa Informatizzata (LAT) Fecondazione Extracorporea Omologa
    La convocazione delle pazienti dalla Lista di Attesa Informatizzata (LAT) Fecondazione Extracorporea per accedere alla Visita Programmazione del Trattamento di fecondazione extracorporea avviene in ottemperanza alle: Linee di indirizzo per la gestione delle liste di prenotazione dei ricoveri chirurgici programmati nelle Aziende Sanitarie della Regione Emilia-Romagna, settembre 2017.
    Il criterio di convocazione dalla lista di attesa è l’ordine di prenotazione.

    Fanno eccezione a questo criterio le pazienti che rientrino nei seguenti criteri di urgenza:

    • ridotta riserva ovarica con rischio di menopausa precoce
    • endometriosi grave ed evolutiva
    • fibromatosi uterina grave ed evolutiva
    • astenoligoteratozoospermia severa ed evolutiva

    Fanno eccezione inoltre le pazienti reclutabili per protocolli di studio. In questo caso la necessità di rispondere a particolari requisiti di inclusione nello studio può giustificare la scelta di soggetti particolarmente adatti indipendentemente dall’ordine progressivo di inserimento in lista di attesa.

    La segreteria della Struttura di Infertilità e PMA indicherà alle pazienti convocate, ora e data della visita di Programmazione del Trattamento e verificherà che la paziente ed il partner abbiano eseguito gli esami da presentare alla visita di  programmazione del trattamento PMA e registrerà la visita di Programmazione del Trattamento nell’ Agenda Informatizzata Prenotazioni.

  2. Visita Programmazione Trattamento Fecondazione Extracorporea  Omologa
    Durante la Visita Programmazione Trattamento Fecondazione Extracorporea viene aggiornata l’anamnesi, vengono valutati gli esami eseguiti da presentare alla visita di  programmazione dalla coppia e vengono eseguiti l’esame obiettivo ginecologico ed un’ ecografia pelvica transvaginale della paziente per escludere la presenza di controindicazioni cliniche alla programmazione del trattamento.
    Alle pazienti verranno fornite le informazioni necessarie delle singole tappe del trattamento ed acquisito il consenso informato, l’Attestazione Medica per l’accesso alle Tecniche di Procreazione Medicalmente Assistita e programmata la terapia gonadotropinica.
    Alla paziente verrà fornito lo Schema della Terapia e percorso di procreazione Medicalmente Assistita Extracorporea nel quale verranno riportati la terapia da eseguire, la modalità di somministrazione, i dosaggi ed orario di somministrazione, la programmazione dei successivi controlli di Monitoraggio ecografico  ed  ormonale ed il recapito telefonico per le urgenze.

    Ambulatorio Visita Programmazione Trattamento Fecondazione Extracorporea Omologa

    • Orari di apertura: 14.00 -17.00 dal Lunedì al Venerdì
    • Accesso da Agenda Informatizzata Prenotazioni
    • Accesso secondo appuntamento personalizzato per specificità cliniche

      I Medici sono contattabili per via telefonica dai pazienti seguiti presso la Struttura, nelle seguenti fasce orarie: 08.00-14.00 dal lunedì al venerdì.
      Dalle ore 14.00 alle 20.00, dal lunedì al venerdì ed il sabato dalle 08.00 alle 20.00 è attivo il numero delle urgenze. 

  3. Visita Monitoraggio Ecografico ed Ormonale Trattamento Fecondazione Extracorporea Omologa
    Durante la visita di monitoraggio vengono eseguiti: ecografia pelvica, prelievo venoso per dosaggio ormonale, aggiornamento del dosaggio farmacologico delle gonadotropine, consulenza evolutiva del trattamento e programmazione dei successivi controlli di Monitoraggio.
    Il numero delle visite di monitoraggio varia da paziente a paziente, la media è di circa tre/quattro nell’arco di una settimana.
    Quando, in base al quadro ecografico ed al livello ormonale, la stimolazione ovarica, che mediamente dura 2 settimane, è ritenuta ottimale, alla paziente viene indotta la maturazione ovocitaria e programmata circa 34-36 ore dopo la procedura di Aspirazione follicolare ovarica transvaginale ecoguidata.
    Nel corso delle visite di monitoraggio la paziente eseguirà una Visita Anestesiologica pre-ricovero per escludere controindicazioni all’esecuzione dell’Anestesia generale TIVA.
    Ambulatorio Visita Monitoraggio Ecografico ed Ormonale
    • Orari di apertura: 07.30 -13.30 dal Lunedì al Sabato
    • Accesso da Agenda Informatizzata Prenotazioni
    • Accesso secondo appuntamento personalizzato per specificità cliniche
      I Medici sono contattabili per via telefonica dai pazienti seguiti presso la Struttura, nelle seguenti fasce orarie: 08.00-14.00 dal lunedì al venerdì.
      Dalle ore 14.00 alle 20.00, dal lunedì al venerdì ed il sabato dalle 08.00 alle 20.00 è attivo il numero delle urgenze.
  4. Accesso al Reparto DH PMA
    Il giorno dell’ Aspirazione follicolare ovarica transvaginale ecoguidata per il prelievo degli ovociti la paziente viene accolta presso il Reparto DH PMA 2° piano del blocco ginecologico, alle ore 7.00.
    L’Infermiere di turno identifica la paziente ed esegue le procedure di ricovero.

    OPERATORI: il caposala esegue le procedure di ricovero.

  5. Trasferimento alla Sala Operatoria PMA
    L’utente viene trasferita dal Reparto DH PMA (2°piano) alla Sala operatoria PMA (1° piano) da un OSS circa 30 minuti prima del prelievo dell’orario previsto per l’esecuzione della procedura di aspirazione follicolare.
    La paziente attende il proprio turno nella sala di attesa della Sala operatoria PMA e prima dell’ingresso in sala viene identificata secondo la procedura aziendale e successivamente accompagnata dall’ostetrica nella sala operatoria secondo il turno programmato.
  6. Accesso del Partner della paziente Sala Operatoria PMA
    Il giorno del prelievo degli ovociti il partner della paziente si reca presso la Sala operatoria PMA (1° piano) alle ore 08.00.
    Il biologo o il tecnico di laboratorio identifica e successivamente consegna al paziente un contenitore contrassegnato con il suo nome e cognome per la raccolta del campione seminale. Il campione seminale viene consegnato al biologo o tecnico di laboratorio che lo avvia alle procedure di tecniche di fecondazione in vitro.
  7. Rientro della Paziente in  Reparto DH PMA
    Al termine dell’aspirazione follicolare ovarica ed atteso il tempo di risveglio anestesiologico, il medico anestesista autorizza il trasferimento della paziente dalla sala operatoria PMA al reparto di degenza DH PMA. L’utente viene trasferita in barella dall’OSS di sala al reparto di degenza, dove rimane in osservazione clinica fino alle ore 16.00 quando verrà dimessa dal medico dell’SSD Infertilità e PMA.
    Alla paziente viene illustrato l’esito della procedura e rilasciata lettera di dimissione prodotta e convalidata dal portale SSO contenente tutte le informazioni che illustrate alla paziente, sulla terapia da eseguire nei giorni successivi e sulla data ed orario di esecuzione del trasferimento degli embrioni.
  8. Accesso alla Sala Operatoria PMA per il Trasferimento Embrionale
    ACCESSO Diretto alla Struttura secondo accordi predeterminati al momento della dimissione dal Reparto, per la paziente che ha eseguito prelievo ovocitario e nel caso di utilizzo di Embrioni Freschi.

    ACCESSO Diretto alla Struttura, secondo una programmazione redatta dal Medico della Struttura durante la fase di monitoraggio, dopo specifico trattamento eseguito presso gli Ambulatori di Procreazione Medicalmente Assistita e dopo preparazione dei gameti, fecondazione di ovociti scongelati e degli embrioni scongelati presso il Laboratorio della SSD di Infertilità e PMA.

    L’utente, il giorno stabilito per il trasferimento degli embrioni in utero, attende il proprio turno nella sala di attesa della Sala operatoria PMA e prima dell’ingresso in sala viene identificata secondo la procedura aziendale e successivamente accompagnata dall’ostetrica nella sala operatoria secondo il turno programmato.
    Alla paziente vengono illustrati l’esito della procedura, la terapia da eseguire nei giorni successivi,  la data nella quale eseguire il dosaggio della Beta HCG per il test di gravidanza e la consulenza post trattamento presso gli Ambulatori dell’SSD Infertilità e PMA.
    All’utente viene rilasciata Relazione Finale del Ciclo di Procreazione Medicalmente Assistita.

  9. Accesso Ambulatorio Consulenza Trattamento e consegna referti
    ACCESSO Diretto alla Struttura, secondo una programmazione redatta dal Medico della Struttura durante la fase di trattamento eseguito presso gli Ambulatori di Procreazione Medicalmente.

    La consegna dei referti dei test di gravidanza e la Consulenza Trattamento avviene, da parte dei medici della Struttura, nei giorni di martedì e giovedì.
    Nei casi di test di gravidanza negativo la paziente può richiedere di essere inserita nuovamente nel registro lista di attesa (LAT) per un nuovo trattamento. Nei casi in cui la paziente abbia ovociti od embrioni crioconservati, la paziente viene avviata al percorso di Trasferimento Embrioni da Ovociti Congelati/ Trasferimento Embrioni da Embrioni Congelati.
    Nei casi di test di gravidanza positivo alla paziente viene prenotato un appuntamento per un secondo dosaggio della Beta hCG dopo sette giorni e la prima ecografia ostetrica tra la sesta e la settima settimana di gestazione. In caso di diagnosi di gravidanza evolutiva la paziente viene affidata al ginecologo curante. Alle pazienti viene altresì rilasciato il modulo per il follow up della gravidanza, del parto e dei nati e programmato un controllo ostetrico evolutivo alla 24° e 32° settimana di gestazione per ottemperare agli obblighi del Registro Nazionale di PMA dell’ISS (Legge 40/2004).

B) Percorso Fecondazione Intracorporea (Inseminazione Intrauterina) Omologa

  1. Convocazione dalla Lista di Attesa Informatizzata (LAT ) Inseminazione Intrauterina Omologa
    La convocazione delle pazienti dalla Lista di Attesa Informatizzata (LAT) Inseminazione Intrauterina per accedere alla Visita Programmazione del Trattamento di Fecondazione Intracorporea con Inseminazione Intrauterina avviene in ottemperanza alle: Linee di indirizzo per la gestione delle liste di prenotazione dei ricoveri chirurgici programmati nelle Aziende Sanitarie della Regione Emilia-Romagna, settembre 2017.

    Il criterio di convocazione dalla lista di attesa è l’ordine di prenotazione.
    Fanno eccezione le pazienti reclutabili per protocolli di studio. In questo caso la necessità di rispondere a particolari requisiti di inclusione nello studio può giustificare la scelta di soggetti particolarmente adatti indipendentemente dall’ordine progressivo di inserimento in lista di attesa.

    La segreteria della Struttura di Infertilità e PMA indicherà alle pazienti convocate, ora e data della visita di Programmazione del Trattamento e verificherà che la paziente ed il partner abbiano eseguito gli esami da presentare alla visita di  programmazione del trattamento PMA e registrerà la visita di Programmazione del Trattamento nell’ Agenda Informatizzata Prenotazioni.

  2. Visita Programmazione Trattamento Fecondazione Intracorporea con Inseminazione Intrauterina (IUI) Omologa
    Durante la Visita Programmazione T Trattamento Fecondazione Intracorporea con Inseminazione Intrauterina Omologa viene aggiornata l’anamnesi, vengono valutati gli esami eseguiti da presentare alla visita di  programmazione dalla coppia e vengono eseguiti l’esame obiettivo ginecologico ed un’ ecografia pelvica transvaginale della paziente per escludere la presenza di controindicazioni cliniche alla programmazione del trattamento.
    Alle pazienti verranno fornite le informazioni necessarie delle singole tappe del trattamento ed acquisito il consenso informato, l’Attestazione Medica per l’accesso alle Tecniche di Procreazione Medicalmente Assistita e programmata la terapia gonadotropinica.
    Alla paziente verrà fornito lo Schema della Terapia e percorso di procreazione Medicalmente Assistita nel quale verranno riportati la terapia da eseguire, la modalità di somministrazione, i dosaggi ed orario di somministrazione, la programmazione dei successivi controlli di Monitoraggio ecografico  ed  ormonale ed il recapito telefonico per le urgenze.

    Ambulatorio Visita Programmazione Trattamento Fecondazione Intracorporea con Inseminazione Intrauterina Omologa

    • Orari di apertura: 14.00 -17.00 dal Lunedì al Venerdì
    • Accesso da Agenda Informatizzata Prenotazioni
    • Accesso secondo appuntamento personalizzato per specificità cliniche
      I Medici sono contattabili per via telefonica dai pazienti seguiti presso la Struttura, nelle seguenti fasce orarie: 08.00-14.00 dal lunedì al venerdì.

      Dalle ore 14.00 alle 20.00, dal lunedì al venerdì ed il sabato dalle 08.00 alle 20.00 è attivo il numero delle urgenze.

  3. Visita Monitoraggio Ecografico ed Ormonale Trattamento Fecondazione Intracorporea con Inseminazione Intrauterina (IUI) Omologa
    Durante la visita di monitoraggio verranno eseguiti: ecografia pelvica, prelievo venoso per dosaggio ormonale, aggiornamento del dosaggio farmacologico delle gonadotropine, consulenza evolutiva del trattamento e programmazione dei successivi controlli di Monitoraggio.
    Il numero delle visite di monitoraggio varia da paziente a paziente, la media è di circa tre/quattro nell’arco di una settimana.
    Quando, in base al quadro ecografico ed al livello ormonale, la stimolazione ovarica è ritenuta ottimale, alla paziente viene indotta l’ovulazione e programmata circa 24 ore dopo la procedura di Inseminazione Intrauterina.

    Ambulatorio Visita Monitoraggio Ecografico ed Ormonale

    • Orari di apertura: 07.30 -13.30 dal Lunedì al Sabato
    • Accesso da Agenda Informatizzata Prenotazioni
    • Accesso secondo appuntamento personalizzato per specificità cliniche
      I Medici sono contattabili per via telefonica dai pazienti seguiti presso la Struttura, nelle seguenti fasce orarie: 08.00-14.00 dal lunedì al venerdì.

      Dalle ore 14.00 alle 20.00, dal lunedì al venerdì ed il sabato dalle 08.00 alle 20.00 è attivo il numero delle urgenze.

  4. Accesso al Reparto DH PMA
    Il giorno dell’ Aspirazione follicolare ovarica transvaginale ecoguidata per il prelievo degli ovociti la paziente viene accolta presso il Reparto DH PMA 2° piano del blocco ginecologico, alle ore 7.00.
    L’Infermiere di turno identifica la paziente ed esegue le procedure di ricovero.

    OPERATORI: il caposala esegue le procedure di ricovero.

  5. Trasferimento alla Sala Operatoria PMA
    L’utente viene trasferita dal Reparto DH PMA (2°piano) alla Sala operatoria PMA (1° piano) da un OSS circa 30 minuti prima del prelievo dell’orario previsto per l’esecuzione della procedura di aspirazione follicolare.
    La paziente attende il proprio turno nella sala di attesa della Sala operatoria PMA e prima dell’ingresso in sala viene identificata secondo la procedura aziendale e successivamente accompagnata dall’ostetrica nella sala operatoria secondo il turno programmato.
  6. Accesso del Partner della paziente Sala Operatoria PMA
    Il giorno programmato per l’inseminazione Intrauterina il partner della paziente si reca presso la Sala operatoria PMA (1° piano) alle ore 08.00.
    Il biologo o il tecnico di laboratorio identifica e successivamente consegna al paziente un contenitore contrassegnato con il suo nome e cognome per la raccolta del campione seminale. Il campione seminale viene consegnato al biologo o tecnico di laboratorio che lo avvia alle procedure di tecniche di procreazione assistita.
  7. Accesso alla Sala Operatoria PMA Fecondazione Intracorporea con Inseminazione Intrauterina (IUI) Omologa
    L’utente, il giorno stabilito per l’inseminazione intrauterina, attende il proprio turno nella sala di attesa della Sala operatoria PMA e prima dell’ingresso in sala viene identificata secondo la procedura aziendale e successivamente accompagnata dall’ostetrica nella sala operatoria secondo il turno programmato.
    Alla paziente viene illustrato l’esito della procedura, la terapia da eseguire nei giorni successivi,  la data nella quale eseguire il dosaggio della Beta HCG per il test di gravidanza e la consulenza post trattamento presso gli Ambulatori dell’SSD Infertilità e PMA.
    All’utente viene rilasciata Relazione Finale del Ciclo di Procreazione Medicalmente Assistita.
  8. Accesso Ambulatorio Consulenza Trattamento e consegna referti
    ACCESSO Diretto alla Struttura, secondo una programmazione redatta dal Medico della Struttura durante la fase di trattamento eseguito presso gli Ambulatori di Procreazione Medicalmente.

    La consegna dei referti dei test di gravidanza e la Consulenza Trattamento avviene, da parte dei medici della Struttura, nei giorni di martedì e giovedì.
    Nei casi di test di gravidanza negativo la paziente può richiedere di essere inserita nuovamente nel registro lista di attesa (LAT) per un nuovo trattamento. Nei casi in cui la paziente abbia ovociti od embrioni crioconservati, la paziente viene avviata al percorso di Trasferimento Embrioni da Ovociti Congelati/ Trasferimento Embrioni da Embrioni Congelati.
    Nei casi di test di gravidanza positivo alla paziente viene prenotato un appuntamento per un secondo dosaggio della Beta hCG dopo sette giorni e la prima ecografia ostetrica tra la sesta e la settima settimana di gestazione. In caso di diagnosi di gravidanza evolutiva la paziente viene affidata al ginecologo curante. Alle pazienti viene altresì rilasciato il modulo per il follow up della gravidanza, del parto e dei nati e programmato un controllo ostetrico evolutivo alla 24° e 32° settimana di gestazione per ottemperare agli obblighi del Registro Nazionale di PMA dell’ISS (Legge 40/2004).

B) Percorso Procreazione Medicalmente Assistita Eterologa Maschile

  1. Convocazione dalla Lista di Attesa Informatizzata (LAT) Procreazione Medicalmente Assistita Eterologa Maschile
    La convocazione delle pazienti dalla Lista di Attesa Informatizzata (LAT) per accedere alla Visita Programmazione del Trattamento di procreazione medicalmente assistita eterologa maschile avviene in ottemperanza alle: Linee di indirizzo per la gestione delle liste di prenotazione dei ricoveri chirurgici programmati nelle Aziende Sanitarie della Regione Emilia-Romagna, settembre 2017.
    Il criterio di convocazione dalla lista di attesa è l’ordine di prenotazione.
    La segreteria della Struttura di Infertilità e PMA indicherà alle pazienti convocate, ora e data della visita di Programmazione del Trattamento e verificherà che la paziente ed il partner abbiano eseguito gli esami da presentare alla visita di  programmazione del trattamento PMA e registrerà la visita di Programmazione del Trattamento nell’ Agenda Informatizzata Prenotazioni.
  2. Visita Programmazione Trattamento Procreazione Medicalmente Assistita Eterologa Maschile
    Durante la Visita Programmazione Trattamento Procreazione Medicalmente Assistita Eterologa maschile viene: confermata la compatibilità di emogruppo e fenotipiche donatrice/ricevente, aggiornata l’anamnesi, valutati gli esami eseguiti da presentare alla visita di  programmazione dalla coppia e vengono eseguiti l’esame obiettivo ginecologico ed un’ ecografia pelvica transvaginale della paziente per escludere la presenza di controindicazioni cliniche alla programmazione del trattamento.
    Alle pazienti verranno fornite le informazioni necessarie delle singole tappe del trattamento ed acquisito il consenso informato, l’Attestazione Medica per l’accesso alle Tecniche di Procreazione Medicalmente Assistita Eterologa maschile
    Alla paziente verrà fornito lo Schema della Terapia e percorso di procreazione Medicalmente Assistita Extracorporea nel quale verranno riportati la terapia da eseguire, la modalità di somministrazione, i dosaggi ed orario di somministrazione, la programmazione dei successivi controlli di Monitoraggio ecografico  ed  ormonale ed il recapito telefonico per le urgenze.

    Ambulatorio Visita Programmazione Trattamento Procreazione Medicalmente Assistita Eterologa maschile
    Orari di apertura: 14.00 -17.00 dal Lunedì al Venerdì

    • Accesso da Agenda Informatizzata Prenotazioni
    • Accesso secondo appuntamento personalizzato per specificità cliniche
      I Medici sono contattabili per via telefonica dai pazienti seguiti presso la Struttura, nelle seguenti fasce orarie: 08.00-14.00 dal lunedì al venerdì.

      Dalle ore 14.00 alle 20.00, dal lunedì al venerdì ed il sabato dalle 08.00 alle 20.00 è attivo il numero delle urgenze.

  3. Visita Monitoraggio Ecografico ed Ormonale Trattamento Procreazione Medicalmente Assistita Eterologa Maschile
    Durante la visita di monitoraggio vengono eseguiti: ecografia pelvica, prelievo venoso per dosaggio ormonale, aggiornamento del dosaggio farmacologico delle gonadotropine, consulenza evolutiva del trattamento e programmazione dei successivi controlli di Monitoraggio.
    Il numero delle visite di monitoraggio varia da paziente a paziente, la media è di circa tre/quattro nell’arco di una settimana.
    Quando, in base al quadro ecografico ed al livello ormonale, la stimolazione ovarica, che mediamente dura 2 settimane, è ritenuta ottimale, alla paziente viene indotta la maturazione ovocitaria e programmata circa 34-36 ore dopo la procedura di Aspirazione follicolare ovarica transvaginale ecoguidata.
    Nel corso delle visite di monitoraggio la paziente eseguirà una Visita Anestesiologica pre-ricovero per escludere controindicazioni all’esecuzione dell’Anestesia generale TIVA.

    Ambulatorio Visita Monitoraggio Ecografico ed Ormonale

    • Orari di apertura: 07.30 -13.30 dal Lunedì al Sabato
    • Accesso da Agenda Informatizzata Prenotazioni
    • Accesso secondo appuntamento personalizzato per specificità cliniche
      I Medici sono contattabili per via telefonica dai pazienti seguiti presso la Struttura, nelle seguenti fasce orarie: 08.00-14.00 dal lunedì al venerdì.
      Dalle ore 14.00 alle 20.00, dal lunedì al venerdì ed il sabato dalle 08.00 alle 20.00 è attivo il numero delle urgenze.
  4. Accesso al Reparto DH PMA
    Il giorno dell’ Aspirazione follicolare ovarica transvaginale ecoguidata per il prelievo degli ovociti la paziente viene accolta presso il Reparto DH PMA 2° piano del blocco ginecologico, alle ore 7.00.
    L’Infermiere di turno identifica la paziente ed esegue le procedure di ricovero.

    OPERATORI: il caposala esegue le procedure di ricovero.

  5. Trasferimento alla Sala Operatoria PMA
    L’utente viene trasferita dal Reparto DH PMA (2°piano) alla Sala operatoria PMA (1° piano) da un OSS circa 30 minuti prima del prelievo dell’orario previsto per l’esecuzione della procedura di aspirazione follicolare.
    La paziente attende il proprio turno nella sala di attesa della Sala operatoria PMA e prima dell’ingresso in sala viene identificata secondo la procedura aziendale e successivamente accompagnata dall’ostetrica nella sala operatoria secondo il turno programmato.
  6. Rientro della Paziente in  Reparto DH PMA
    Al termine dell’aspirazione follicolare ovarica ed atteso il tempo di risveglio anestesiologico, il medico anestesista autorizza il trasferimento della paziente dalla sala operatoria PMA al reparto di degenza DH PMA. L’utente viene trasferita in barella dall’OSS di sala al reparto di degenza, dove rimane in osservazione clinica fino alle ore 16.00 quando verrà dimessa dal medico dell’SSD Infertilità e PMA.
    Alla paziente vengono illustrati l’esito della procedura e rilasciata lettera di dimissione prodotta e convalidata dal portale SSO contenente le informazioni sulla procedura eseguita, terapia da eseguire nei giorni successivi e sulla data ed orario di esecuzione del trasferimento degli embrioni.
  7. Accesso alla Sala Operatoria PMA per il Trasferimento Embrionale nelle procedure Procreazione Medicalmente Assistita Eterologa Maschile con seme scongelato da Donatore
    L’utente, il giorno stabilito per il trasferimento degli embrioni in utero, attende il proprio turno nella sala di attesa della Sala operatoria PMA e prima dell’ingresso in sala viene identificata secondo la procedura aziendale e successivamente accompagnata dall’ostetrica nella sala operatoria secondo il turno programmato.
    Alla paziente vengono illustrati l’esito della procedura, la terapia da eseguire nei giorni successivi,  la data nella quale eseguire il dosaggio della Beta HCG per il test di gravidanza e la consulenza post trattamento presso gli Ambulatori dell’SSD Infertilità e PMA.
    All’utente viene rilasciata Relazione Finale del Ciclo di Procreazione Medicalmente Assistita Eterologa Maschile.
  8. Accesso Ambulatorio Consulenza Trattamento e consegna referti
    ACCESSO Diretto alla Struttura, secondo una programmazione redatta dal Medico della Struttura durante la fase di trattamento eseguito presso gli Ambulatori di Procreazione Medicalmente Assistita.

    La consegna dei referti dei test di gravidanza e la Consulenza Trattamento avviene, da parte dei medici della Struttura, nei giorni di martedì e giovedì.
    Nei casi di test di gravidanza negativo la paziente può richiedere di essere inserita nuovamente nel registro lista di attesa (LAT) per un nuovo trattamento. Nei casi in cui la paziente abbia ovociti od embrioni crioconservati, la paziente viene avviata al percorso di Trasferimento Embrioni da Ovociti Congelati/ Trasferimento Embrioni da Embrioni Congelati.
    Nei casi di test di gravidanza positivo alla paziente viene prenotato un appuntamento per un secondo dosaggio della Beta hCG dopo sette giorni e la prima ecografia ostetrica tra la sesta e la settima settimana di gestazione. In caso di diagnosi di gravidanza evolutiva la paziente viene affidata al ginecologo curante. Alle pazienti viene altresì rilasciato il modulo per il follow up della gravidanza, del parto e dei nati e programmato un controllo ostetrico evolutivo alla 24° e 32° settimana di gestazione per ottemperare agli obblighi del Registro Nazionale di PMA dell’ISS (Legge 40/2004).

Accesso al percorso di crioconservazione dei gameti per la preservazione della fertilità femminile e maschile

L’accesso può essere diretto, l’utente può richiedere spontaneamente l’accesso alla Struttura oppure può essere inviato dall’oncologo o altro medico coinvolto nella gestione della patologia oncologica nell’abito di percorsi assistenziali Dipartimentali, extra-Dipartimentali ed extra-Aziendali. L’accesso è immediato ed attiva un percorso dedicato con assoluta urgenza e priorità.

Attività specifiche del Centro di Procreazione Medicalmente Assistita

1. INTERVENTO DI PRELIEVO DI OVOCITI

 L' ostetrica compila il registro operatorio cartaceo ed informatizzato aziendale "ormawin" in cui è registrato nome ed età della paziente, N° della lista, medico ginecologo e medico anestesista, ostetrica che eseguono l'intervento, ora d'inizio e ora di fine dell'intervento. Viene eseguita l'operazione di Pick Up ovocitario, in anestesia generale e vengono registrati , immediatamente, in apposito registro operatorio cartaceo, Registro informatizzato aziendale ormawin e sulla cartella clinica informatizzta "oosite" il n. di ovociti prelevati e successivamente, la qualità degli stessi, il n. di ovociti inseminati ed il n. di ovociti congelati.

OPERATORI: Medico Ginecologo, Medico Anestesista, 2 Ostetriche, 1 Biologo

 TRASFERIMENTO DI EMBRIONI La paziente il giorno stabilito si reca al Centro di Procreazione Medicalmente Asssistita. L'ostetrica chiama la paziente dalla saletta d'attesa e l'accompagna nella saletta in cui si esegue il trasferimento degli embrioni e l'aiuta a prepararsi. Il medico illustra alla paziente l'esito del trattamento e esegue il trasferimento degli embrioni. Alla paziente viene quindi consegnata una Relazione Finale riassuntiva del trattamento eseguito, le viene spiegata la terapia da eseguire nei giorni successivi e le viene indicata la data di esecuzione del prelievo ematico per il dosaggio della bhCG presso l'ambulatorio 21, piano terra

OPERATORI: 1 Medico Ginecologo, 1 Ostetrica, 1 Biologo

I test di gravidanza verranno consegnati personalmente alle pazienti dai medici del Centro PMA. Verrà quindi illustrato alle pazienti l'esito del trattamento e in caso di:

  • test di gravidanza negativo la paziente può richiedere di essere messa in lista per un nuovo trattamento.
  • test di gravidanza positivo alla paziente viene fissato un appuntamento per eseguire la prima ecografia ostetrica.

La paziente, dopo la consegna del referto viene inviata al Medico e al Ginecologo di fiducia e il percorso terapeutico viene considerato concluso.

2. ACCETTAZIONE MATERIALE BIOLOGICO

OVOCITI: gli ovociti prelevati durante l'intervento vengono portati nell'attiguo laboratorio dall'ostetrica e vengono consegnati al biologo che li esamina e li raccoglie in una provetta o altro contenitore che viene contrassegnato con il nome, cognome e data di nascita  della paziente ed inviato alle procedure tecniche di inseminazione in vitro. Durante tutte le procedure i contenitori di materiale biologico sono sempre contrassegnati con il nome della paziente.

OPERATORI: 1 Ostetrica, 1 Biologo

SEME: Il giorno del prelievo degli ovociti o secondo accordi nel caso di trattamenti che non lo prevedono, il partner della paziente si reca presso il Centro di Procreazione Medicalmente Asssistita alle ore 8.00. Il biologo o il tecnico di laboratorio consegnano al paziente un contenitore contrassegnato con il nome, cognome e data di nascita della partner (ad eccezione dei casi in cui viene eseguito solo lo spermiogramma) per la raccolta del liquido seminale.  Il seme viene poi riconsegnato al biologo o tecnico di laboratorio insieme all'autocertificazione che attesta l'appartenenza del seme al partner maschile. Il biologo o tecnico di laboratorio  esamina il materiale e lo depone in un contenitore contrassegnato con il nome del paziente e lo avvia alle procedure tecniche di fecondazione.

OPERATORI: 1 Biologo, 1 Tecnico di Laboratorio 

3. INSEMINAZIONE IN VITRO

Gli ovociti prelevati della paziente vengono in seminati tramite inseminazione in vitro (IVF) oppure intracytoplasmic sperm injection (ICSI) con gli spermatozoi del partner e mantenuti in appositi contenitori identificati con nome e cognome, data di nascita della paziente fino al momento del trasferimento degli embrioni.

OPERATORI:  1 Biologo   

4. CONSERVAZIONE DEL MATERIALE BIOLOGICO

 (embrioni, ovociti e seme)

Nei casi ritenuti opportuni gli ovociti, il seme e gli embrioni (se sviluppati e non trasferiti) possono essere stoccati mediante crioconservazione. I campioni raccolti in appositi contenitori contrassegnati con il nome, cognome e data di nascita  della paziente vengono trasportati al laboratorio situato nel seminterrato da due operatori per evitare urti e perdita accidentale di materiale.

Il processo di crioconservazione avviene sempre adoperando contenitori contrassegnati e il materiale viene stoccato in contenitori di azoto liquido conservandolo in contenitori di plastica colorati che riportano il nome, cognome e data di nascita  della paziente con inchiostro indelebile.

Tutto il materiale crioconservato è registrato in apposito registro.

I locali deputati allo stoccaggio del materiale sono chiusi a chiave e l'accesso è consentito solo al personale dedicato.

Le procedure di scongelamento e l'utilizzo del materiale conservato segue le stesse tappe, con rigoroso processo di identificazione del materiale dei pazienti e relativa registrazione.

OPERATORI: 1 Ostetrica, 1 Biologo, 1 Tecnico di Laboratorio 

5. SCONGELAMENTO DI EMBRIONI

I medici compilano una cartella cartacea ed informatizzata di scongelamento embrioni per la paziente che vuole eseguire un transfer di embrioni crioconservati in cui sono riportati i dati della paziente e del trattamento eseguito. Tramite questi dati il biologo rintraccia i campioni conservati nei contenitori criogenici. La mattina del giorno in cui deve essere eseguito il transfer il biologo identifica (nome, cognome e data di nascita della paziente, corrispondenza della posizione all'interno dei contenitori, colore dei contenitori di plastica) e prelava i campioni dall'azoto liquido. Il biologo provvede al loro scongelamento, verifica lo stato di sopravvivenza dei campioni e compila una relazione in cui verrà descritto lo stato pre e post-scongelamento dei campioni, quanti ne verranno trasferiti e se, e quanti, ne rimangono ancora crioconservati. Gli embrioni vengono trasportati dal biologo al Centro in appositi contenitori, identificati da nome, cognome e data di nascita della paziente. Dopo alcune ore, vengono trasferiti in utero (vedi trasferimento embrioni).

OPERATORI:  1 Biologo, 1 Tecnico di laboratorio, 1 Medico Ginecologo, 1 Ostetrica   

6. SCONGELAMENTO DI OVOCITI E INSEMINAZIONE

I medici compilano una cartella cartacea ed informatizzata di scongelamento ovociti  per la paziente che vuole eseguire un transfer di embrioni ottenuti da ovociti crioconservati in cui sono riportati i dati della paziente e del trattamento eseguito.. La mattina del giorno programmato dai medici, il marito produce un campione di liquido seminale che viene identificato e trattato come precedentemente descritto.

Tramite i dati riportati sulla cartellina compilata dai medici, il biologo identifica e rintraccia i campioni (nome, cognome e data di nascita della paziente, corrispondenza della posizione all'interno dei contenitori, colore dei contenitori di plastica) conservati nei contenitori criogenici, li preleva e provvede al loro scongelamento. Al termine di questa procedura, il biologo verifica lo stato di sopravvivenza degli ovociti e compila una cartellina. I campioni vengono trasportati nel Centro in appositi contenitori, identificati da nome, cognome e data di nascita della paziente. Dopo alcune ore verranno inseminati con il seme del partner, tramite tecnica ICSI e mantenuti in coltura in appositi contenitori identificati con nome, cognome e data di nascita della paziente. Gli embrioni sviluppati verranno trasferiti in utero 3 giorni più tardi (vedi trasferimento di embrioni).

OPERATORI:  1 Biologo, 1 Tecnico di laboratorio, 1 Medico Ginecologo , 1 Ostetrica   

7. INSEMINAZIONE INTRAUTERINA

La mattina del giorno in cui è stata programmata l'inseminazione il partner produce un campione di liquido seminale che viene identificato e trattato come precedentemente descritto. Circa due ore più tardi viene eseguita l'inseminazione intrauterina di spermatozoi, con le stesse modalità descritte per il trasferimento degli embrioni.

OPERATORI:  1 Biologo, 1 Tecnico di laboratorio, 1 Medico Ginecologo , 1 Ostetrica

Documentazione rilasciata all'utente

Dopo il ricovero in reparto è previsto il rilascio di un:

Lettera di dimissione dove vengono riportati, oltre ai dati anagrafici della paziente e numero di archivio della cartella, la diagnosi di dimissione, la descrizione dell'intervento e le terapie e le indicazioni per il decorso post-operatorio.

Sono inoltre previsti Referti per specifiche prestazioni

Referti:

1. Procreazione Medicalmente Assistita con fecondazione intracorporea: Relazione Finale che descrive la terapia effettuata, la risposta ovarica ed endometriale, le caratteristiche del liquido seminale rilasciato a termine della inseminazione intrauterina.

2. Procreazione Medicalmente assistita con fecondazione extracorporea: la Relazione Finale del trattamento che descrive la terapia effettuata, la risposta ovarica ed endometriale, le caratteristiche della superovulazione, il numero degli ovociti e di embrioni ottenuti e trasferiti nell'utero o nelle tube o sottoposti a crioconservazione, il numero di ovociti congelati ed eventuali Embrioni residui.

Attività in libera professione

Qualora l’utente esterno desideri prenotare una prestazione ambulatoriale in Libera Professione con un nostro Specialista, può farlo attraverso i seguenti canali:

Ogni professionista eroga in giorni e orari concordati con l’Azienda e le tariffe delle prestazioni sono diversificate per ogni specialista. Le tariffe delle prestazioni sono comunicate al momento della prenotazione.

Segue la lista dei professionisti:

Visualizza i curricula

Porcu Eleonora
Damiano Giuseppe
Cipriani Linda